ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
In primo piano

Arredare con lo scintillio dell'oro

Tonalità importante e in grande ascesa, l'oro, se abbinato con criterio, regala soluzioni interessanti ad alto tasso di raffinatezza

Spesso, troppo spesso, vincolato agli addobbi natalizi e alle festività in genere, l'oro è, invece, un interessante colore d'arredo da utilizzare in casa tutto l'anno. Per nulla eccessivo e kitsch, se abbinato nel modo giusto e dosato con oculatezza, soprattutto nelle sfumature più pacate e satinate, può regalare combinazioni particolari e rinnovare con eleganza. Must d'arredo degli ultimi anni (amatissimo da stili come il bohemian e il jungle), ben si articola a situazioni d'arredo anche molto diverse, portatore sano di brillantezza e luminosità può restituire grande qualità estetica agli ambienti senza necessariamente cadere nell'eccesso. Cerchiamo di capire come impiegarlo.

Come colore d'arredo

Qualunque sia l'ambiente scelto, con un colore colme l'oro, la regola base è: mai esagerare. Via libera quindi a dettagli brillanti opportunamente collocati in punti strategici, ma no all'oro come total look per un intero ambiente. Una sfumatura così importante va infatti inserita con moderazione creando giochi di riflessi ben studiati fra pareti (è perfetto e molto interessante se lo si impiega a parete per una carta da parati o per una superficie muraria), piccoli complementi d'arredo come lampade, oggetti, specchiere…. o elementi tessili di vario genere, come, per esempio la trama preziosa di una tenda o il tessuto di un divano.

Se ben inserito sarà ideale per "svecchiare" uno stile troppo classico, ma anche per mescolare arredi molto diversi fra loro, per dare luminosità al "troppo legno" o al "troppo" bianco e, perché no, per personalizzare con una punta di décor una situazione d'arredo d'impronta ultra minimalista.

A che colori abbinarlo

Cromaticamente affine al bianco e alle sfumature di grigio più tenui, l'oro è perfetto se combinato a tutte le tonalità neutre dei crema e dei beige, ma anche alle delicate tinte pastello, con cui regala situazioni garbate poco impegnative e per nulla vincolati.
Per creare, invece, raffinati mix di carattere che mantengano comunque sobrietà e naturalezza, l'oro, nelle sfumature più calde e satinate, può essere mischiato a tinte dense e compatte, come il color terracotta e il marrone cioccolato. Diventa, infine, la ciliegina sulla torta di inediti scenari ad alto tasso di décor se lo si avvicina a colori importanti come le più chiuse gradazioni di blu, dal pavone all'oltremare, o ai verdi più scuri e brillanti.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Perfetto anche a tavola

Raffinato, ma anche di rottura, per vestire ambienti di ogni genere, l'oro, nelle sue brillanti declinazioni, trova sempre più spazio anche a tavola. Ingrediente interessante di mise en place nuovissime, si presta a vestire tavole molto eleganti, ma anche situazioni informali, se impiegato come elemento di rottura fra tradizione e contemporaneità. Apprezzatissimo e presentissimo nelle collezioni tavola degli ultimi anni lo troviamo articolato su piatti e bicchieri, ma soprattutto, su posate di ogni genere, alleate perfette di luminose tavole intriganti, perfette per stupire i commensali e lasciarli a bocca aperta.

Che sia un dettaglio in camera da letto, le luminose posate di una tavola essenziale, o la nota brillante di un elemento d'arredo del soggiorno, le vibranti sfumature dell'oro si sono liberate dall'essere sinonimo di eccesso e kitsch per aprirsi a nuove composizioni dense di raffinatezza e particolarità.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse