ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Arredamento green

Ecodesign: soluzioni eco-friendly per l'abitare sostenibile

La nascita e le caratteristiche dell'arredo Eco-Friendly

Negli ultimi anni, complice la sempre maggiore attenzione per la natura e per l'ambiente, si è sviluppato un interessante ramo del design che punta alla sostenibilità. La parola ecodesign è diventata sinonimo di uno stile di arredo che punta al rispetto per l'ambiente, al riciclo, alla realizzazione di accessori ed elementi d'arredo partendo da prodotti di scarto che vengono rivalutati e nuovamente utilizzati grazie a processi di rigenerazione che spesso danno vita a una vera e propria trasformazione nelle forme e nelle funzioni. Se da un lato sono in molti a creare artigianalmente e in casa alcuni accessori ed elementi d'arredo con materiali di riciclo, va tuttavia sottolineato che quando si parla di design ecologico si intendono tutti quei complementi realizzati da aziende certificate, che basano la propria produzione su alcuni basi specifiche che fanno del riuso, del riciclo e della riparazione la propria filosofia per la creazione di prodotti sostenibili. Quindi, se da un lato molte persone sono in grado di realizzare un comodino partendo da vecchi bancali o una seduta utilizzando un vecchio copertone di automobile, per realizzare elementi di design sostenibile è necessario avere competenze più specifiche, che permettano di progettare accessori e complementi d'arredo studiando il ciclo di vita dei vecchi oggetti e comprendendo come essi possano essere nuovamente utilizzati per dare vita a qualcosa di duraturo, resistente e di qualità. Conoscere le caratteristiche tecniche dei materiali con i quali si lavora è fondamentale: per questo motivo, quando si parla di ecodesign non si può intendere il singolo elemento realizzato in casa seguendo un tutorial. Abitare sostenibile significa puntare su prodotti certificati, perfetti per arredare il giardino o l'appartamento e, soprattutto, progettati nel pieno rispetto delle normative europee inerenti la sostenibilità e il riciclo.

Il significato dell'arredamento ecologico

Quando si parla di design sostenibile si intendono tre principali filoni: per poter definire un complemento d'arredo "ecologico" è necessario pertanto che i designer e le aziende di produzione seguano almeno uno dei tre stili di sostenibilità.
Il primo filone è quello del Zero Waste Design, ossia progetti a rifiuti zero. Si tratta di un modo di approcciare il design che permette di creare oggetti riciclando elementi precedentemente scartati, dando così vita a materiali innovativi, spesso caratterizzati da elevate caratteristiche tecniche. Nell'home design questo filone viene utilizzato soprattutto per la realizzazione di lampade di design. Oggetti che comunemente sarebbero finiti nella spazzatura vengono invece riciclati al 100% dai grandi stilisti che, mantenendo forme e caratteristiche del materiale iniziale, dando vita a nuovi stili di illuminazione: bottiglie in vetro, lattine, vasi e anche cartoni da imballaggio possono dare vita a un'illuminazione sostenibile di design che permette di coniugare eleganza, qualità, stile e rispetto per l'ambiente.
Il secondo filone è quello degli Upcycled Materials, ossia materiali che vengono trasformati in nuovi elementi. Il recupero di questo tipo di materiale è fondamentale perché permette di dare vita a un gran numero di accessori e complementi d'arredo. Materiali poveri o rotti sono la base per la nuova frontiera dell'ecodesign. In questo caso, tuttavia, a differenza del design Zero Waste, i materiali vengono trasformati, nelle forme e nei colori, per dare vita in particolar modo ad accessori per la cucina o ad elementi per l'illuminazione. L'elemento maggiormente utilizzato per questo tipo di prodotti eco-compatibili è ancora una volta il vetro, che dà vita a bicchieri, caraffe, lampade e altri accessori per la casa.
Infine, il terzo filone è probabilmente quello più comune, ossia quello del Low Impact Living. Si tratta di uno stile di vita che punta alla scelta di prodotti eco-compatibili realizzati cioè con materiali che garantiscono il massimo rispetto per l'ambiente. Complementi d'arredo realizzati con vernici e colle naturali, lampade a basso consumo energetico e modalità di costruzione e realizzazione che rispettano in pieno tutte le normative europee sull'impatto ambientale. Questo filone permette di selezionare un gran numero di complementi d'arredo per dare vita a una casa eco-friendly in piena regola.

Una casa arredata in maniera ecologica

Per puntare sull'ecodesign per prima cosa bisogna poter scegliere i materiali giusti. Sono molte le aziende che permettono di selezionare arredamenti ecologici, realizzati soprattutto in legno certificato e controllato o con tessuti di origine naturale. Ma al di là della scelta dei materiali, per avere la certezza di un arredamento sostenibile, è fondamentale assicurarsi anche di una serie di particolari e dettagli. L'uso di colori e collanti biodegradabili e senza additivi chimici, ad esempio, è fondamentale per poter considerare un determinato elemento d'arredo realmente ecologico e sostenibile.
La casa che punta ad un arredo in ecodesign punta in particolare sul legno, per la camera da letto, per la cucina o per la zona living. Il legno massello lavorato in maniera artigianale, composto con tecniche ad incastro o incollato tramite l'uso di colle naturali è il materiale più ecologico che possa essere utilizzato per i vari mobili. Naturalmente, per garantire la massima sostenibilità si deve necessariamente puntare ad aziende che fanno uso esclusivo di legni certificati, ossia provenienti da coltivazioni specifiche e non frutto di deforestazione.
Ugualmente, per i tessuti, è necessario puntare a materiali naturali come il cotone, il lino, la canapa o altre fibre di origine vegetale.
In questo modo, non solo si avrà la sicurezza di vivere in un ambiente arredato esclusivamente con mobili in cui non siano presenti elementi chimici o tossici, ma anche di aver contribuito al giusto utilizzo dei legni, derivanti esclusivamente da aree destinate al legno da commercio e non da aree protette e abusivamente deforestate.

Una camera da letto in design sostenibile

La camera da letto è probabilmente la stanza che maggiormente può trarre beneficio dall'uso di un design eco-friendly. In questa stanza, infatti, si trascorrono ore intere per rigenerarsi durante la notte e sicuramente non c'è modo migliore per riposare di un sonno in una stanza in ecodesign. Se è stato già sottolineato come i mobili ecologici siano realizzati esclusivamente in legno massello e senza colle sintetiche o colori chimici, bisogna tuttavia anche evidenziare come sia importante scegliere gli altri elementi e accessori che rendono la stanza da letto ecologica. Per prima cosa, bisogna puntare su un materasso ecologico, ossia realizzato in fibre naturali, quali bambù, canapa o cotone. I materassi ecologici, così come tutti gli arredi di ecodesign, presentano certificati specifici che vanno controllati per avere la sicurezza dell'originalità del prodotto.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Prima si selezionare i diversi complementi d'arredamento, innanzitutto la camera va tinteggiata: anche per le pareti è possibile puntare su vernici green, ossia realizzate con sostanze e coloranti naturali che garantiscono una resa pari a quelle delle vernici normalmente in commercio ma non ecologiche.
Tra gli accessori, inoltre, massima attenzione alle lampadine e all'illuminazione. La scelta delle lampadine, infatti, è fondamentale per garantire un consumo energetico minimo e quindi contribuire non solo all'economia della casa ma anche al massimo rispetto per le risorse ambientali dalle quali tra origine l'energia elettrica. Via libera quindi a LED e lampadine ecologiche, meglio se alimentate da pannelli solari.

L'Ecodesign in giardino o sul terrazzo

Quando si parla di design sostenibile non bisogna mai dimenticare gli ambienti open. Dove, se non in un giardino, è necessario utilizzare un arredo ecologico in grado di fondersi alla perfezione con la natura stessa? Per questo motivo, terrazzi e giardini vanno curati in modo da poter garantire il massimo rispetto per la natura. Le piante andrebbero tenute esclusivamente in cassette di legno e vasetti di ceramica evitando elementi in plastica. L'illuminazione può essere scelta tra le molte proposte di lampioncini con pannelli solari incorporati, per assicurare un buon risparmio energetico e impatto ambientale. Infine l'arredo per il giardino o il terrazzo va selezionato tra i modelli in legno, in bambù o in altri materiali naturali. Per la cura di questi elementi basterà solo porre maggiore attenzione durante i periodi invernali e piovosi.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse