ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Arredamento green

Riciclo creativo di pallet: come l'arredo diventa sostenibile.

Arredare la propria casa con creatività senza spendere grandi cifre e nell'assoluto rispetto della natura è possibile grazie alla nuova tendenza dell'up-cycling cioè l'arte di dare nuova vita agli oggetti desueti e rinnovarne la funzionalità. Più che una moda, una vera e propria mania che direttamente dagli States sta avendo un grandissimo successo ormai da tempo anche in Europa. La concezione di dare valore estetico ad oggetti di poco valore, spesso destinati ad appesantire il sistema già saturo di raccolta e smaltimento dei rifiuti è la dimostrazione palese di una scelta di vita green e un approccio all'arredamento che punta all'essenziale senza farsi condizionare dai grandi brand e dalle mode imposte dal mercato. Il motto di sprecare di meno e riciclare di più forse sta entrando nella filosofia dell'interior design anche se senza dubbio la sostenibilità ambientale in alcuni casi può essere considerata in qualche modo un atteggiamento snob. Ma al di là di queste considerazioni etiche, avere a cuore la tutela del patrimonio forestale e la biodiversità, pensare eco-friendly rispettando il mondo che ci circonda, utilizzare prodotti naturali in modo ecosostenibile, non sono di certo idee dannose, anzi. In più va considerato l'aspetto creativo e manuale del fai da te che stimola la fantasia, sfrutta le capacità manuali e dà tante soddisfazioni. Tantissime soluzioni che si adattano a ciò che ognuno è in grado di fare, dai progetti più semplici a quelli più ambiziosi: l'importante è cimentarsi nel riciclo divertendosi.

Il pallet: cos'è e come sceglierlo

Per chi non lo sapesse già, il pallet è una delle principali fonti di ispirazione nel settore del riciclo creativo, e dell'arredo sostenibile perché è facilmente reperibile anche a costo zero ed è particolarmente adattabile a molteplici impieghi. Vi sarà capitato chissà quante volte, davanti ai supermercati o vicino ai cassonetti dell'immondizia della vostra città, di vedere queste strutture in legno grezzo a listelli, generalmente dal perimetro rettangolare o quadrato, di dimensioni variabili tra gli 80 e i 120 cm e con spessore intorno ai 20 cm. I pallet, in italiano conosciuti come bancali, altro non sono che le pedane poste sotto la merce di supermercati e negozi per agevolare le fasi di trasporto dei muletti e il carico e lo scarico dai camion. Sono delle strutture molto resistenti perché atte a sorreggere pesi molto elevati e a dover sopportare continui urti e scossoni. Il più delle volte i bancali vengono scaricati dai colli sovrastanti e riutilizzati dai trasportatori per successive consegne, ma può succedere che invece vengano lasciati abbandonati momentaneamente fuori dagli esercizi commerciali. Dovrebbe essere buona norma che l'esercente chiami a questo punto chi di dovere per raccoglierli e portarli allo smaltimento, ma nel frattempo, se vi dovesse capitare di chiederne uno, vedrete che sarà ben felice di disfarsene.

Questi vecchi pallet possono essere facilmente trasformati in mobili e complementi di arredo dallo stile shabby che tanto sta spopolando sulle riviste di settore. Chiaramente nel riciclo creativo di pallet ci sono delle accortezze nella scelta del giusto bancale: bisogna infatti prima di tutto verificare che sia integro e non presenti gravi danni sia nella parte di sostegno che negli assi trasversali, si deve poi cercare di capire se ci si trova in presenza di vernici o trattamenti che potrebbero essere tossici per la salute. Infine verificare se sia troppo sporco e quindi difficile da pulire.

Come procedere nel riciclo creativo di pallet

Indipendentemente dal tipo di manufatto che avete in mente di costruire, una volta recuperato un buon pallet, è necessario procedere con alcune piccole, ma indispensabili, operazioni per prepararlo al meglio alla successiva fase creativa. Innanzitutto dovete controllare se ci sono chiodi sporgenti e in tal caso rimuoverli o ribatterli fino a che non siano innocui. Può succedere infatti che i trasportatori fissino dei chiodi per meglio bloccare gli imballi della merce. Potrebbero esserci anche dei residui di materiali plastici che solitamente vengono annodati alla base del pallet, soprattutto negli angoli, ma per togliere questi ci vuole davvero poco. La parte invece più noiosa del riciclo pallet è quella della pulizia, che deve essere accurata e completa: con l'aiuto di una spugna abrasiva e di una soluzione di acqua e aceto o, in alternativa, acqua con sapone di Marsiglia, strofinate a fondo tutte le superfici e lasciate asciugare. Solo dopo che il legno è perfettamente asciutto potete procedere con la scartavetratura, utilizzando una granatura più grossa nella prima passata e una più leggera eventualmente per una seconda, quindi spolverate con un panno morbido o una spazzola. A questo punto la base è pronta per essere trattata: si può lasciare il pallet al naturale, passare una vernice impregnante a base d'olio oppure optare per un colore a base d'acqua.

Tutte le idee up-cycling per riutilizzare un semplice pallet

Ma veniamo ora alla parte più divertente, ossia vedere insieme cosa si può realizzare grazie al riciclo creativo di pallet nella ricerca di un design sostenibile. Nell'arredamento giapponese, i letti sono costituiti da sottili materassi arrotolati che vengono stesi direttamente sul tatami, la tipica stuoia in paglia di riso intrecciata e rivestita in giunco. Perché allora non ricreare una soluzione simile con i pallet? Lasciati in legno naturale o dipinti di bianco, i bancali sono una base perfetta da sostituire alla rete tradizionale. È possibile procedere in due modi: in verticale o in orizzontale.

Se preferite una versione più zen, allora disponete quattro o sei pallet a seconda delle dimensioni lasciando un ampio bordo di legno a vista oltre al perimetro del materasso. Il letto è così rialzato dal pavimento quel minimo indispensabile per proteggere il riposo dal contatto diretto con il suolo e il risultato d'insieme è molto elegante. Se invece preferite che il letto sia più alto, allora potete sovrapporre più bancali fino a raggiungere l'altezza desiderata. In questo caso è meglio però non eccedere sui lati e proporzionare la struttura in legno a misura del materasso. Un'alternativa è utilizzare il pallet per la testata poggiandolo al muro ed completandolo con un letto con rete a doghe. In coordinato o anche come elementi da abbinare ad un letto classico, magari in ferro battuto o con testata imbottita in lino, i pallet possono diventare dei simpatici comodini o mensole per poggiare abat-jour e libri. Allo stesso scopo sono perfette anche le cassette di frutta del mercato, anch'esse rigorosamente in legno. L'accostamento del pallet alla morbidezza dei tessuti e alla comodità del relax funziona anche per quanto riguarda divani e poltrone. Con i bancali si possono facilmente creare dei sistemi living di grande resa con pochissimo sforzo. Le loro misure modulari sono perfette per essere combinate con facilità e il tipo di legname poco duro ne consente un rapido assemblaggio con semplici viti. Una base in gommapiuma per la seduta, una per lo schienale ricoperte con tessuti freschi come cotone e lino dai colori neutri sono più che sufficienti per creare un'accogliente struttura. Una montagna di cuscini colorati di differenti dimensioni completa l'effetto finale.

Anche in cucina l'impiego dei pallet può essere molto creativo: basta appendere un bancale ad una parete e trasformarlo in una pratica piattaia su cui riporre piatti e padelle. Dei comodi ganci metallici possono essere poi aggiunti per agganciare le tazze per la prima colazione. Bianco o colorato, darà senza dubbio una nota rustica e familiare a tutto l'ambiente. Un altro uso che si può fare dei bancali è per creare dei tavolini. Aggiungete un piano in vetro che copra tutta la superficie e montate delle piccole ruote nella parte inferiore del pallet: sarà un elegante tavolino da fumo da disporre nella zona divani pronto in pochi semplici passaggi. Se invece avete maggiori ambizioni, allora potete disporre più elementi sovrapposti fino ad arrivare all'altezza desiderata per creare una scrivania per lo studio o un porta computer. Nel riciclo poi tutto è concesso: potete anche recuperare le zampe di un vecchio tavolino e montarle sotto il pallet per dare vita ad un tavolo del tutto nuovo. Nel giardino e nel terrazzo i bancali di riciclo sembrano poi trovare il proprio habitat ideale: poltrone, divani, tavolinetti e panche realizzati con pallet di varie dimensioni si armonizzano benissimo con il verde e con lo stile country dell'outdoor. In più sono facili da smontare ed eventualmente riporre quando la bella stagione volge al termine. Un ultimo spunto su come sfruttare un pallet in modo estroso è quello di appenderlo ad un muro esterno per creare un piccolo giardino verticale dove mettere piantine grasse o erbe aromatiche. Insomma, basta navigare un po' in rete per trovare tantissimi altri suggerimenti, anche se il segreto è farsi ispirare dalla propria fantasia.

Negozi correlati