ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Tendenze

Il bagno in bianco e nero

Il bianco e il nero sono colori opposti e complementari: il primo riflette la luce, l'altro la assorbe. Come in una coppia in cui uno dei due parli molto, mentre l'altro preferisca ascoltare, attento a ogni particolare, il bianco e il nero si richiamano l'un l'altro, estremi della scala cromatica che amano combattersi o giocare insieme ai castelli di carta.

Il bianco è il colore della pagina. Il nero quello dell'inchiostro. Scegliere un determinato stile per la propria stanza da bagno significa raccontare qualcosa di sé, e la danza di ruoli che si instaura tra il bianco e il nero ha proprio la suggestione della scrittura. In un bagno bianco e nero, chi dei due è il protagonista? Quale dei due scrive e quale è scritto? Rispondere a queste domande significa già individuare le linee guida dettate dal proprio gusto.

Il bianco e il nero sono entrambi colori tradizionali, che non vengono mai dimenticati dalle mode, sono sempre attuali, adatti a rivestire qualsiasi stile nel settore dell'arredamento e del design. Il bagno bianco e nero può avere un sapore vintage, con le piastrelle quadrate a scacchiera che si alternano sulle pareti o sul pavimento. Oppure può essere colmo del fascino di un ambiente minimalista, che gioca con la luce e lo spazio vuoto, ma adattarsi anche a prendere le forme di una stanza shabby chic con marmo e legno bianchi e piastrelle ampie bianche e nere.

Il bagno bianco e nero può essere realizzato in modo che i due colori si compenetrino minuziosamente e recitino alla pari la parte di un ambiente tranquillo e funzionale oppure può assegnare a uno il ruolo di voce solista e all'altro quello del coro o dell'orchestra. In questa eventualità la contrapposizione di ampie superfici di colore darà vita all'atmosfera della stanza.

Il bagno bianco e nero: rivestimenti e carta da parati

Per realizzare un bagno bianco e nero occorre per prima cosa stabilire come rivestire le pareti e il pavimento. Infatti, a seconda della decisione presa l'aspetto dei sanitari e dei mobiletti contenitori dovrà essere diverso per ottenere un esito di armonia dell'insieme.

Una prima possibilità è quella di contrapporre sfacciatamente i due colori, come in un corpo a corpo serrato in cui ciascuno dà il massimo di sé. Allora le opzioni sono due: fare in nero pareti e pavimenti e installare dei sanitari bianchi, che sembreranno fulgide finestre di luce in mezzo a tanta oscurità; oppure fare il contrario, le pareti e il pavimento in bianco con i sanitari e la vasca neri, che paiono rimaner sospesi in volo, nel chiarore di uno sfondo abbacinante.

Se si decide di osare simili opposizioni, bisogna poi trovare i materiali adatti per attuarle in modo coerente con i propri desideri e l'insieme della casa. Il rivestimento del bagno può essere realizzato con piastrelle in ceramica, di vetro, in metallo oppure con pannelli in gres porcellanato, PVC o leghe di metallo, a seconda del risultato finale che si vuole ottenere.

Un bagno bianco e nero può anche far mostra della sua intrinseca contrapposizione di colore in modo più discreto. Qui si apre un ventaglio di infinite possibilità in cui la fantasia può indugiare e trastullarsi. Lo stile damascato si dimostra una buona scelta se si amano le atmosfere classiche, con quel sapore quasi di understatement. Si ispira alla foggia del damasco, il tessuto con decorazioni floreali o geometrici che creano un'alternanza di lucido e opaco.

Il rivestimento del bagno in stile damascato presenterà decorazioni stilizzate che si ripetono nelle tonalità del bianco e del nero. Per ottenere un buon risultato si possono utilizzare le piastrelle oppure la carta da parati. Lo stesso vale per un bagno bianco e nero in cui si contrappongano i due colori in linee verticali, orizzontali od oblique. L'effetto complessivo sarà quello di una geometria più essenziale che dalle due dimensioni è in grado di plasmare lo spazio e l'atmosfera che lo pervade.

Oggi sono disponibili carte da parati studiate in particolare per il bagno e caratterizzate da proprietà impermeabilizzanti. Possono essere applicate anche nella zona della doccia e dei sanitari, dove l'umidità è maggiore. La carta da parati permette di scegliere tra le fantasie più disparate, naturalistiche o geometriche, con sfumature che digradano dal nero al bianco o con contrasti netti.

Piastrelle bianche e nere: stile vintage, ma non solo

Le piastrelle bianche e nere sono un grande classico dello stile vintage che si rifà agli anni '50, '60 e '70. Tuttavia l'uso di piastrelle bianche e nere può dar vita anche ad altri effetti che ben si adattano a un bagno moderno, minimal o anche shabby chic.

Con piastrelle piccole di ceramica o in vetro possono essere realizzati dei veri e propri mosaici per il pavimento o le pareti del bagno bianco e nero: in questo caso si parla di tessere quadrate con lato di 2 cm, vendute in fogli da 10x10 cm, 15x15 cm o 30x30 cm. Si possono così contrapporre superfici monocromatiche oppure disegnare decorazioni naturalistiche o geometriche.

Le piastrelle bianche e nere più tradizionali possono essere utilizzate per reinterpretare la classica scacchiera, per esempio applicandole in posa diritta, oppure diminuendo notevolmente le dimensioni del quadrato che si ripete in bianco e nero per creare un effetto "micro".

Lo stile Liberty con motivi floreali in nero su sfondo bianco si ottiene con l'uso di piastrelle bianche e nere, dando vita a una suggestione di tempi che furono, con un fascino scanzonato che accoglie felicemente anche l'arredamento moderno.

Bagni di tendenza

Il bianco e il nero sono colori sempre attuali, che non passano mai di moda. Si adattano a interpretare tutti gli stili e sono proposti in diversi materiali, dalle piastrelle al legno dipinto. Per i bagni di tendenza del 2018 il bianco e il nero sono i colori del marmo, con le sue screziature che creano dei rimandi appena sussurrati per rendere dinamica la contrapposizione cromatica.

I rivestimenti in marmo per il bagno contrappongono il bianco e il nero in geometrie definite, con forme ampie giustapposte, in cui sottili venature del colore complementare intrecciano una studiata alleanza stilistica.

Per dar vita a bagni di tendenza un'altra possibilità è quella di utilizzare carte da parati o pannelli in gres porcellanato con decorazioni naturalistiche oppure con vignette che si rifanno a classici del fumetto, come per esempio Valentina di Crepax.

Infine, i bagni di tendenza in bianco e nero accolgono anche influssi dall'Oriente, in particolare dal Giappone, dove non si usa il colore, ma vengono predilette le decorazioni in bianco e nero. I rivestimenti in ceramica sono un buon materiale con cui riprodurre lo stile nipponico.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse