ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Tendenze

Arredamento africano: il profumo della savana a casa tua

Quando si vuole aggiungere un tocco di originalità a casa propria, la cosa più semplice è "rubare" qualche particolare ad altre culture. L'abbiamo sempre fatto, ma internet ha reso il processo a portata di clic. Questo spiega il successo esplosivo dello stile etnico in tutte le sue forme, dal minimal giapponese fino all'arredamento africano.

Sempre più persone si innamorano dei colori e delle forme del continente africano, decidendo di riproporle a casa propria. In questo articolo vedremo come e perché portare un pizzico di savana anche nelle tue stanze.

Si fa presto a dire: "arredamento in stile africano"

L'Africa è un continente con tante culture al proprio interno, anche molto diverse tra loro. Parlare di "arredamento in stile africano" è quanto meno semplicistico, vale quindi la pena fare un po' di chiarezza.

Lo stile di design di cui parliamo fa riferimento principalmente alle culture di tre zone dell'Africa:

  • Marocco, paese che ha subito le influenze europee e che nel corso dei secoli ha influenzato la nostra cultura a propria volta.
  • Egitto, altro paese africano relativamente vicino a noi e molto presente nell'immaginario comune.
  • Africa tribale, ovvero le zone popolate da tribù che hanno opposto una forte resistenza alla penetrazione dell'islam. Questo ha favorito l'evoluzione di un tipo di arte con caratteri peculiari, che cambiano da una tribù all'altra.

Quando arredi casa, puoi scegliere una di queste influenze e usarla per improntare tutte le tue scelte stilistiche. Molto più spesso, l'arredamento africano occidentale sceglie una di queste culture e l'arricchisce con elementi più caratteristici delle altre. Il risultato è un pot-pourri di suggestioni africane, a propria volta declinato secondo il gusto europeo.

I colori dell'arredamento di casa in stile africano

L'arredamento della casa in stile africano è improntato in prevalenza sui colori caldi, quale che sia la cultura di riferimento. Prevalgono i marroni chiari e scuri, i colori della terra e del legno. Siamo quindi lontani dal minimalismo algido giapponese o dal bianco del design scandinavo. Pur essendo la base simile, ciò non toglie però che le culture africane di riferimento abbiano palette di colori anche molto diverse.

  • Colori primari come il rosso e il blu, diffusi nell'arredo in stile africano marocchino. L'arredo di questo tipo è ricco di colori vivaci e di stampe geometriche, realizzate con abbinamenti audaci per gli standard europei. La vivacità degli arredi e delle ceramiche è in contrasto con il bianco delle facciate e dei terrazzi, una delle caratteristiche più note delle città marocchine.
  • Marroni scuri e beige, diffusi soprattutto nell'arredamento dello stile coloniale africano. Se vivi in una casa piccola, sarebbe meglio evitare queste combinazioni per i motivi visti nell'articolo "Come arredare un monolocale".
  • Gialli, beige e nero, combinazione propria dell'arredamento africano tribale. I colori richiamano quelli dell'erba bruciata dal sole, il manto degli animali, la terra. Di tanto in tanto compare un accenno di verde, mai troppo carico e prepotente.

Caratteristiche dell'arredamento in stile etnico africano

L'arredamento in stile etnico africano si basa soprattutto sui contrasti, le stampe, la ricchezza dei decori. Se stai cercando un design minimal, ti conviene guardare altrove.

Come già detto, sotto la definizione "arredamento africano" troviamo un ampio ventaglio di varianti. Ciononostante, ci sono degli elementi comuni che puoi sfruttare e reinventare.

  • Materiali naturali. Non c'è spazio per la plastica in una casa in stile africano. Il materiale più diffuso in assoluto è il legno, usato sia per i mobili sia per i decori. Seguono i vimini e il rattan, ideali per poltrone e tavolini da soggiorno. Trovano ampio spazio anche la ceramica e la terracotta, sia dipinta sia lasciata al naturale.
  • Tappeti e arazzi, che tradizionalmente decorano e migliorano l'isolamento termico delle case. A seconda della cultura di riferimento, puoi virare sui blu e i rossi dei tappeti marocchini o su colori molto meno saturi.
  • Soprammobili e oggetti decorativi, che stanno pian piano sparendo in altri stili di arredamento. Le grandi maschere tribali, le statue e i piatti di ceramica da appendere sono invece una delle peculiarità dell'arredamento di una casa in stile africano.
  • Texture originali, che spaziano dal tocco liscio della pelle alla ruvidezza del lino tessuto a mano. Grazie alla varierà di consistenze e di tessuti usati nell'arredamento africano, puoi giocare con gli stessi colori declinati in texture diverse.

Com'è fatto l'arredamento in stile coloniale africano

Lo stile coloniale africano è uno dei più sfarzosi tra gli stili etnici. Si ispira alle case dei colonialisti che vivevano e viaggiavano nell'Africa profonda, prendendo questo o quell'elemento come trofeo da appendere al muro. Tra un elemento tribale e l'altro trovavano spazio anche gli oggetti della ricca Europa, quasi fuori posto nel contesto.

Uno degli elementi più caratteristici dell'arredamento in stile coloniale africano sono le pelli di animali. I ricchi europei in viaggio in Africa collezionavano pelli di animali esotici, corna e teste impagliate da appendere. Non temere, però: non devi sacrificare leoni o zebre per decorare casa tua. Nella versione contemporanea di questo stile, infatti, le pelli si trasformano in tessuti e tappeti con motivi zebrati o leopardati.

Dal momento che lo stile coloniale ruota soprattutto attorno alla cultura egizia e tribale, le maschere e le lance decorative sono immancabili. Accanto alle statuette dell'arte primitiva spuntano però candelabri e specchi tipicamente occidentali. Questi ultimi aiutano a riflettere la luce e ad alleggerire l'atmosfera, che potrebbe risultare appesantita dai mobili maestosi e scuri.

Se vuoi usare l'arredamento in stile coloniale africano anche in camera da letto e hai un soffitto abbastanza alto, punta su un letto a baldacchino. I tessuti leggeri di questi letti servivano a tenere lontane le zanzare, mentre oggi sono semplicemente decorativi.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Errori da evitare

Chi arreda casa in stile etnico africano non ha la pretesa di riprodurre una casa africana al 100%, almeno non di solito. Di conseguenza, è abbastanza normale che tu voglia rielaborare i design originali secondo il tuo gusto e la tua cultura. Stai attento però a non fare i seguenti errori.

  • Troppi stili insieme. L'arredamento africano tribale o coloniale è già di per sé un mix di tradizioni differenti. Evita quindi di accorpare troppe influenze diverse. Piuttosto, usa un unico stile come linea guida, arricchendolo con elementi presi da altre culture ma scelti con cura.
  • Solo colori scuri, specie se in una stanza piccola. L'arredamento di una casa in stile africano coloniale è ricco di mobili scuri e pesanti. Cerca di alleggerirli con tappeti sui toni del beige, piante e quadri.
  • Mobili coperti di statuine e altri accessori. Pur essendo un elemento imprescindibile dello stile etnico africano, non eccedere con i soprammobili.
  • Animalier ovunque. I tessuti tigrati o zebrati sono una delle peculiarità dell'arredamento africano. Usali con parsimonia, come ad esempio per dei cuscini da poggiare su un divano tinta unita o per un tappeto. Troppi motivi animalier rischiano di sfociare nel cattivo gusto.

Questi sono i consigli essenziali per progettare l'arredamento per una casa in stile africano. Adesso non ti resta che metterti al lavoro e portare un po' del Continente Nero tra le tue quattro mura.

facebook twitter pinterest google

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse