ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
A come arredo

Come arredare con i cuscini: idee e consigli per rinnovare la casa

Da sempre i cuscini sono stati presenti all'interno delle abitazioni per contribuire a migliorare il comfort degli inquilini e, parallelamente, anche quello degli ospiti.

Con il passare del tempo questo accessorio ha via via modificato la sua funzione d'origine per divenire, a tutti gli effetti, parte integrante dell'arredamento. In questo modo, chiunque volesse effettuare un refresh dell'ambiente senza necessariamente dover spendere una fortuna può farlo. Rinnovare in modo economico, elegante ed originale si può, grazie ai cuscini.

È possibile scegliere tra tantissime tipologie differenti, sia per forma che per dimensioni, materiali e colore: cuscini d'arredo eleganti, dalle nuance tenui e perfettamente abbinate ai colori dell'ambiente; cuscini dai colori accesi e le trame più disparate; dalle forme e le fantasie particolari; altri ancora che riportano perle di saggezza e frasi sulla vita, l'amore e molto altro.

Senza ulteriori premesse vediamo quali opzioni offre il mercato, proseguendo poi con alcuni consigli per inserire i cuscini d'arredo senza commettere errori di stile e, infine, un esempio di contesto nel quale questi elementi si inseriscono perfettamente.

La storia dei cuscini

In linea con ogni altro oggetto d'arredamento, anche i cuscini in passato furono una prerogativa delle classi agiate.
Le prime testimonianze dell'uso di un cuscino sono molto antiche e si ritrovano in Mesopotamia: qui venivano utilizzate delle pietre scavate, proprio per appoggiarvi la testa.
In Egitto vennero poi trovati, all'interno delle tombe dei faraoni, degli esemplari in legno e in pietra avvolti all'interno di particolari tessuti. Questi, dalle finiture pregiate, erano dei veri e propri oggetti artistici in quanto decorati con ricami e ricchi di applicazioni con metalli e pietre preziose. Tuttavia, le più importanti produzioni sono attribuibili all'antica Cina dove addirittura i cuscini erano realizzati in materiali pregiati, come la porcellana dipinta.

Superata la fase storica del "cuscino duro", la versione "morbida" comparve con greci e romani che riempirono il tessuto che fungeva da fodera con elementi come paglia e piume. Da lì si arrivò al Medioevo ed ai cuscini d'arredo di lusso che andavano ad arricchire i corredi nuziali dei nobili europei.
Con la Rivoluzione Industriale il cuscino assunse la connotazione che noi tutti oggi conosciamo e approdò sui letti (come elemento per appoggiarvi la testa durante la notte) e sui divani (per aumentare il comfort di chi vi si sedeva). Si tratta di oggetti in stoffa riempiti di materiali morbidi e nella maggior parte dei casi di forma rettangolare.

Ecco che prende avvio la trasformazione e l'evoluzione di stili, tipologie, colori ecc. che interessano i cuscini d'arredo per il letto matrimoniale, il divano, le poltrone e ogni altra zona utile della casa, spaziando da modelli classici e semplici ad altri più elaborati.

Tipologie di cuscini d'arredo: materiali, forme, dimensioni e colori

Se avete deciso di arredare casa con i cuscini dovete necessariamente conoscere le alternative messe a disposizione dal mercato. Infatti, la varietà di tipologie differenti è davvero sconfinata e va dalle dimensioni alle forme, dai colori ai materiali.

Andando con ordine, per quanto riguarda le dimensioni dei cuscini d'arredo, è possibile trovarne di molto piccole o molto grandi, oltre naturalmente a quelle medie. Diversamente dagli elementi tradizionalmente usati per appoggiarvi la testa nel letto, le varianti di questi oggetti usate per l'arredamento non prevedono degli standard.

In relazione alle forme, da una più classica rettangolare si passa ad una versione quadrata, per arrivare ai cuscini tondi e ovali, a rullo, fino a quelli più stravaganti che si rifanno a qualunque genere di elemento: piante, animali, accessori, cibi e bevande (es. cuscini d'arredo per divani a forma di cactus, di fenicottero rosa, di hamburger…o ancora cuscini d'arredo per il letto matrimoniale a forma di borsetta).

Delle colorazioni si potrebbe parlare all'infinito, ma per riassumere potremmo suddividere in marco-categorie: cuscini d'arredo a tinta unita, a trame (pois, righe ecc.), a fantasia, con forme geometriche o ancora riportanti frasi celebri piuttosto che un motto o una citazione relativa a temi come l'amore, la vita o simili.

Per ultimo, i materiali per cuscini d'arredo eleganti, vintage o rustici: naturalmente, il tessuto rappresenta il materiale d'elezione, ma per quanto riguarda la copertura è possibile trovare anche cuscini rivestiti con paillettes, piume e piumini, arricchiti con applicazioni di vario tipo. Lana, juta, velluto, raso e molti altri. Non avete che l'imbarazzo della scelta.

Cuscini d'arredo per divani: consigli per un ambiente in perfetta armonia

Come accennato, le opzioni sono pressoché infinite, tuttavia vogliamo condividere con voi alcuni consigli pratici per arredare con i cuscini in modo impeccabile, in particolare se scegliete di acquistarli per impreziosire il divano.

Prima di tutto, se il vostro obiettivo fosse effettivamente quello di scegliere dei cuscini d'arredo eleganti per i divani, è utile considerare il fattore "proporzioni": queste devono essere armoniche e l'equilibrio delle simmetrie dev'essere rispettato. Per farlo, l'ideale è scegliere e sistemare un cuscino per seduta, oltre ad un paio da posizionare alle estremità del vostro complemento d'arredo, in prossimità dei braccioli.

Per la scelta dei colori, è bene prendere in considerazione il contesto d'inserimento, osservando le tinte utilizzate per elementi come le pareti, il pavimento e naturalmente il divano stesso. In caso quest'ultimo sia molto scuro o addirittura nero, la scelta migliore sicuramente resta quella di affidarsi al contrasto e optare per arredare con cuscini bianchi o comunque di una nuance chiara o tenue.
Decidere per una fantasia è un modo per attirare l'attenzione con originalità, tuttavia è bene sempre valutare con cura cosa volete inserire, per evitare di "andare oltre" e far apparire il vostro divano come un'accozzaglia disordinata. In linea di massima, cercare sempre di mantenere un richiamo di colori (ad esempio con le tende, le pareti o altri elementi presenti nell'ambiente) rappresenta una scelta saggia.

Infine, dal punto di vista della forma, per uno stile minimal è bene orientarsi su cuscini d'arredo quadrati, eleganti e in grado di enfatizzare la sobrietà della stanza, soprattutto se scelti in tinta unita. In tema di stili, per un ambiente shabby chic piuttosto che vintage o eclettico il nostro consiglio è invece quello di sbizzarrirsi con forme e colori diversi.

Arredare con i cuscini in stile etnico

Vogliamo concludere questo articolo condividendo con voi quello che potrebbe esser considerato come un modello di riferimento per arredare con i cuscini un ambiente in stile etnico. Tratti fondamentali di questo stile d'arredamento sono gli elementi che rievocano atmosfere calde ed esotiche, tipicamente caratterizzati da materiali quali il legno di tipologie diverse: dal teak al vimini, al rattan, fino al bambù. I mobili sono inoltre piuttosto semplici, senza troppi sfarzi, orientati alla funzionalità: comodi, funzionali e robusti.

Arrivando a divani e letti, anche questi spesso realizzati in legno, i cuscini d'arredo posizionati su di essi dovranno essere molto colorati e dalle trame fantasiose. In alternativa, soprattutto in caso di pareti e tessuti chiari all'interno della stanza, si può optare per l'accostamento di cuscini d'arredo a tinta unita sul verde che si alternino ad altri fatti di trame diverse sul tema delle foglie e della vegetazione in generale, per uno stile etnico ma al contempo un po' jungle (volendo, è possibile inserire anche uno o due cuscini che raffigurino gli animali presenti negli ambienti in quelle zone).

Infine, un elemento come il tappeto non può certo mancare in un contesto in stile etnico: qui potrete sbizzarrirvi ad arricchire con cuscini tendenzialmente grandi e che richiamino gli stessi colori di quelli utilizzati nello stesso ambiente.

L'importante, come sempre, è prestare attenzione a non eccedere: inserire troppi cuscini d'arredo potrebbe far apparire l'ambiente disordinato piuttosto che compromettere l'effettiva comodità del divano o del letto. È quindi importante non perdere mai di vista la funzione base per la quale questi elementi sono venuti al mondo, ossia la comodità. Una volta chiare queste premesse potrete dare il via alla ricerca dei cuscini d'arredo più adatti a voi e alla vostra casa.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse