ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Abitare oggi

Estate e caldo: come rinfrescare la casa senza condizionatore?

L'estate è iniziata e il caldo si fa sentire. Molti torneranno a pensare, come ogni anno, all'ipotesi di installare l'aria condizionata in casa per creare un'ambiente fresco ed evitare di soffocare. Però, come tutti ben sappiamo – e forse è proprio per questo che ancora, dopo anni, non ci siamo decisi a comprarla –, la spesa necessaria per l'acquisto del condizionatore, i potenziali disagi per la salute e per l'ambiente non sono certo dettagli da sottovalutare.

Rinfrescare casa e trovare dei rimedi contro il caldo all'interno dell'abitazione, per trascorrere in serenità i mesi caldi, sono argomenti di una certa importanza. Ecco, allora, che in quest'articolo vogliamo suggerirvi alcuni trucchi per capire come rinfrescare la casa senza condizionatore, in modo pratico e decisamente più economico.

Alcuni rimedi contro il caldo scontati…ma non troppo

Di pari passo alle azioni per combattere il caldo in casa ce ne sono alcune che riguardano noi stessi. Sì, perché prima di pensare a come rinfrescare la casa senza condizionatore bisognerebbe concentrarsi sulla propria temperatura corporea, ad esempio consumando bibite fresche, passando un panno bagnato su collo e polsi, consumando frutta e verdure fresca, ecc.

In secondo luogo, sarà naturalmente il caso di cambiare lenzuola, copridivani ed altri tessuti presenti in casa, sostituendo lana e flanella con materiali quali cotone, lino, seta e simili, traspiranti perfetti in grado di trasmettere una sensazione di freschezza, prima di tutto a livello visivo ma non solo.

Infine, condizioni permettendo, cercate il più possibile di evitare di accendere forno e fuochi per cucinare, organizzando frequenti grigliate o pic-nic a base di cibi freddi. In questo modo, combatterete certamente il caldo in casa!

Combattere il caldo in casa a costo zero

Andando in ordine, arriviamo dunque ai trucchi per rinfrescare casa senza dover spendere nemmeno un centesimo, in quanto si tratta più che altro di buone pratiche da tenere a mente quando arriva l'estate.

Prima di tutto, eliminate l'associazione mentale delle finestre aperte con il caldo. Se veramente fa così caldo, infatti, la cosa migliore è proprio quella di tenere chiuse le finestre e con esse anche le imposte (soprattutto nel caso in cui abbiate finestre esposte a sud o ad ovest).
Persiane, scuri e tapparelle sono essenziali per limitare l'accesso della luce e del caldo. Infatti, l'aumento della temperatura percepita è determinato proprio dall'aria calda e dal calore che penetra attraverso le finestre, ancor più quando i raggi del sole le colpiscano direttamente (evitare quindi l'insolazione diretta delle finestre).

Per contro, al tramonto o comunque quando cala la sera è bene spalancare le imposte e permettere così di ventilare adeguatamente gli ambienti in quanto il caldo accumulato all'interno della casa dalle pareti tenderà ad essere rilasciato durante la notte.

Un altro trucchetto tutt'altro che scontato e in realtà utilissimo è quello di sfruttare strategicamente il ventilatore. Per tentare di generare una simil-brezza marina è infatti possibile, in maniera molto semplice, creare del ghiaccio e svuotarlo in una scodella. A questo punto, vi basterà posizionare quest'ultima in un angolo esattamente davanti al ventilatore ed ecco che otterrete, tramite la nebulizzazione del ghiaccio nell'aria, la sensazione di essere al mare.

In caso disponiate di un ventilatore di quelli a soffitto, ricordatevi di impostare la modalità estate, ossia regolate le pale in modo tale che girino in senso antiorario e ad una velocità più elevata. Il flusso d'aria così impostato, infatti, sarà in grado di creare un fantastico effetto "brezza fredda".

Accendete le ventole presenti in bagno ed in cucina che sono realizzate proprio per aspirare l'aria calda, sia in caso di utilizzo dei fuochi che di una doccia calda. Di conseguenza, le ventole risulteranno molto utili anche per l'aspirazione dell'aria calda dovuta al sole.

Rimedi contro il caldo a basso costo

Oltre a quanto suggerito finora, esistono altri rimedi contro il caldo che vi permetteranno di rinfrescare casa in maniera economica e salutare, sia per voi che per l'ambiente.

Una decisione che vi servirà non solo per combattere il caldo in casa ma anche per risparmiare in bolletta è quella di sostituire le vecchie lampadine a incandescenza con pratiche lampadine a LED a basso consumo. Le prime, infatti, consumano circa il 90% dell'energia attraverso il calore emanato, contribuendo ad aumentare il calore all'interno dell'abitazione e, non meno importante, a diminuire l'inquinamento ambientale.

In tema di acquisti economici ma molto efficienti consigliamo di comprare un cuscino refrigerante o un cuscino imbottito di grano saraceno: tra le pule (involucri) del grano saraceno esiste uno spazio d'aria naturale per cui, anche se compresso all'interno di una fodera, non subirà l'influenza del calore corporeo (rispetto a quanto avviene, invece, con i cuscini tradizionali).

In commercio è possibile trovare alcuni degni sostituti di persiane, scuri o serramenti simili. Si tratta delle pellicole isolanti per finestre che funzionano esattamente come persiane, limitando l'accesso dei raggi solari e del caldo. Lo stesso discorso vale per le tende da sole, perfette per questo scopo.

In caso non ne foste già dotati, correte ad acquistare piante alte o rampicanti da inserire all'esterno dell'abitazione, in particolare davanti alle finestre più esposte alla luce: oltre a riparare dal caldo, si occuperanno infatti di ridurre notevolmente la quantità di calore assorbito dalla casa, oltre a contribuire ad un'aria più pulita.

Per ultima, una soluzione che abbiamo deciso di inserire tra i rimedi contro il caldo a basso costo in quanto necessita probabilmente dell'acquisto di alcune parti. Ci stiamo riferendo ai climatizzatori fai da te, realizzabili ad esempio modificando una vecchia ghiacciaia: procedere creando un foro circolare sul coperchio e posizionarvi all'interno un piccolo ventilatore che tuttavia dev'essere discretamente potente. Acquistare un tubo di plastica e applicarlo sul lato frontale del climatizzatore alternativo in fase di sviluppo, quindi azionare il ventilatore ed ecco che il nuovo dispositivo sarà pronto a rinfrescare la casa in modo salutare, economico ed ecosostenibile.

Rinfrescare casa…con qualche euro in più

Una soluzione ottimale per rinfrescare casa spendendo qualcosa in più (un investimento comunque ammortizzabile nel tempo) è quella di installare le cosiddette finestre termiche, ossia quelle in PVC a risparmio energetico, in grado di isolare in maniera estremamente efficace l'ambiente dal calore esterno.

È inoltre ideale l'associazione con appositi vetri assorbenti o riflettenti capaci di limitare il surriscaldamento dell'ambiente, soprattutto se la vostra casa si trovasse particolarmente esposta ai raggi del sole oppure situata in regioni molto calde.

Ecco, allora, che l'idea di installare l'aria condizionata, ancora una volta, continua ad essere rimandata al prossimo anno. Avete infatti a disposizione tantissimi metodi adatti ad ogni esigenza e condizione e certamente tra questi potrete scegliere come rinfrescare la casa senza condizionatore in maniera efficace, più o meno economica e limitando l'inquinamento ambientale. Metodi a costo zero, altri a basso costo e altri più dispendiosi ma che vi ripagheranno largamente…in ogni caso, da subito o nel tempo, anche il vostro conto potrà respirare un po' di freschezza, insieme con voi.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse