ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Progettare gli spazi

Arredare il balcone: un angolo di paradiso con decorazioni low cost.

Un famoso detto recita più o meno così: "Non ti rendi conto del valore delle cose finché non le hai perse".

Abitare in un appartamento dotato di uno o più balconi è una grande fortuna, specialmente per chi vive in città. Tuttavia, spesso capita di vedere tanti balconi, più o meno grandi, completamente spogli e abbandonati a se stessi. Questo è un vero peccato.
Abbiamo quindi deciso di condividere con voi alcuni consigli per arredare il balcone di casa secondo gusti diversi, così da sfruttare al meglio e valorizzare questo spazio che potrebbe diventare a tutti gli effetti un angolo di paradiso e una zona relax in cui riposarsi e godersi l'aria aperta, nella comodità di casa propria.
Arredare balconi stretti e lunghi o piccoli è anche e soprattutto un divertimento e, con qualche accorgimento e alcuni trucchetti, potrete trasformare questa zona senza dovervi preoccupare di spendere troppo.

Arredare balconi piccoli, stretti e lunghi: dettagli e scelte di stile

Iniziando a pensare all'arredo dei vostri balconi, la prima cosa da fare è immaginarsi il risultato finale o, quantomeno, i principali dettagli di stile che non potranno assolutamente mancare.
Prima di tutto, volete che il vostro angolo di comfort sia elegante e raffinato? Preferite una soluzione più rustica o etnica? Più natura o più elementi artificiali?

Dato che nella maggior parte dei casi si tratta di spazi piuttosto ridotti, è innanzitutto necessario sfruttare al massimo ogni superficie, non solo quella del pavimento ma anche le pareti e l'eventuale ringhiera – anche se il vostro balcone fosse completamente in pietra, avrete comunque a disposizione il davanzale.

L'aria aperta è perfetta per l'inserimento di piante e fiori, per cui potreste addirittura decidere di integrare, se lo spazio lo consente, un piccolo orto verticale lungo la parete.
Un punto d'appoggio è fondamentale, soprattutto se non disponete di un davanzale abbastanza largo da poterci appoggiare qualcosa senza il rischio che cada giù. In tal senso, non c'è bisogno di grandi cose, basterà un piccolo tavolino in legno, in ferro battuto o in altro materiale, a seconda dello stile che volete seguire. In alternativa, anche uno sgabello può assolvere a questo compito e, all'occorrenza, tornare ad essere utilizzato come seduta.

Avere la possibilità di sedersi è un aspetto altrettanto importante e, in tal senso, può essere inserita ad esempio una graziosa poltroncina a dondolo in un angolo o una singola sedia in ferro battuto.

Una tendenza che si è affermata già da anni e ormai sembra intramontabile è l'uso e il riciclo creativo di pallet, utilizzati per la realizzazione non solo di sedute e tavoli, ma anche come piano d'appoggio e contenitori di vario tipo.
Per ultimo, un dettaglio che non può e non deve assolutamente mancare è una soluzione di illuminazione. Nelle sere d'estate, quando il vostro balcone sarà l'oasi di pace perfetta per rilassarsi, non vorrete certo trovarvi nell'impossibilità di leggere un buon libro perché siete al buio?!
Ecco allora che, anche da questo punto di vista, le alternative sono moltissime e possono contribuire non poco a completare la scelta di un determinato stile d'arredo.

Finora siamo rimasti sull'essenziale. Procediamo allora con indicazioni più mirate, grazie a un paio di esempi per arredare il balcone e valorizzarlo nel modo migliore, a seconda di gusti diversi ma con un denominatore comune: i pallet.

Esempi di arredo per balconi: stile nordico e pallet

Per chi non conoscesse questo stile, definito anche scandinavo, il suo nome è legato ai gusti dei paesi del Nord Europa e si caratterizza per sobrietà ed eleganza. Tratti tipici sono l'essenzialità e la dominanza di colori chiari, tra i quali il bianco spicca su tutti.
Queste scelte rappresentano una conseguenza diretta delle condizioni di quei luoghi dove il sole non sorge per sei mesi, motivo per cui risulta fondamentale illuminare gli ambienti in modo alternativo.

Arredare balconi piccoli, stretti e lunghi in stile scandivano è dunque una scelta saggia, soprattutto per quelle zone non esposte direttamente il sole o che comunque ricevono poca luce. Materiale per eccellenza dello stile nordico è il legno, per cui in balcone non potrà mancare un tavolino con sedie in questo materiale e cuscini bianchi e/o uno scaffale dotato di vari ripiani sui quali sistemare i libri o altri oggetti, piuttosto che vasetti di piante o fiori. Una lanterna verniciata in bianco al centro del tavolino è l'elemento perfetto per completare il quadro e illuminare in maniera soft il vostro angolo di paradiso nordico.

Ecco un esempio: un piccolo divanetto e un piano di appoggio su due livelli realizzati in pallet dipinti di bianco. Un separé dello stesso colore, cuscini alternatati con una tinta scura a contrasto e una ricca dose di elementi naturali: tronchetti di legno, piante e fiori decorativi. Naturalmente, non poteva mancare un'illuminazione delicata, realizzata grazie a delle piccole candele che incorniciano il perfetto quadro scandinavo.

Esempi di arredo per balconi: stile rustico

Per chi amasse un arredo sempre elegante ma ispirato maggiormente alla naturalezza dei materiali, è possibile rivestire in modo semplice, pratico ed economico il pavimento del balcone con delle lastre di legno (tipicamente laminato) o, in alternativa, con dei quadrotti dello stesso materiale.
Se possibile, ricoprire anche le pareti con una lastra di legno, quindi affidarsi agli immancabili pallet per la realizzazione di una seduta, ancor meglio se a cassettoni, sulla quale adagiare dei grandi cuscini accoglienti.

A questo punto, potrete sbizzarrirvi ad integrare al vostro balcone vasi e vasetti di dimensioni e materiali diversi, all'interno dei quali coltivare piante aromatiche e fiori.

Ci stiamo dimenticando qualcosa? Certo che no. A omaggio dello stile rustico, per illuminare e contribuire ad arredare il balcone, delle bottiglie in vetro possono diventare dei perfetti portacandele. In tal senso, occorre scegliere naturalmente delle candele lunghe e sottili. Se dovessero risultare più larghe delle bottiglie, basterà scaldarne la base e lasciare che la cera si sciolga un po', quindi inserirle con delicatezza, per la lunghezza necessaria, all'interno della bottiglia. Infine, per enfatizzare l'aspetto potremmo dire 'rurale' del vostro balcone, potreste disporre in un angolo a muro una scala di legno, sulla quale eventualmente appendere altri vasetti.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Come sempre quando si tratta di arredamento, i gusti sono veramente tanti e diversi.
Qui abbiamo voluto fornirvi alcuni spunti in relazione a due tipologie di stile per arredare il balcone, facendo riferimento a spazi cittadini in cui è essenziale ritagliarsi una zona un po' romantica e che sia in grado di trasmettere una sensazione di totale relax.

Esistono comunque moltissimi altri elementi originali e sfiziosi che, a seconda della disponibilità dello spazio, possono arredare balconi piccoli, stretti e lunghi ma anche terrazze grandi e larghe.
Alcuni esempi: l'inserimento di un'amaca, un tocco divertente e dinamico; tavoli e sedie colorati e di materiali diversi per uno stile più moderno e di design; piani d'appoggio e sedute in plastica trasparenti, per una sensazione di spazio maggiore; lanterne da parete, da pavimento o lampioni per illuminare; infine, elementi accessori e decorativi come innaffiatoi, contenitori in latta e in vetro, orti verticali e casette per gli uccelli.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse