ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Progettare gli spazi

Quattro soluzioni per arredare un soggiorno piccolo

C'è chi dispone di soggiorni ampi e confortevoli in cui è possibile creare zone distinte da dedicare a funzioni diverse, ma c'è chi deve fare i conti con living e zone giorno di piccole/medie dimensioni in cui far rientrare tutto ciò che serve è un po' come risolvere un gioco degli incastri. Se ci si trova in questa seconda situazione, studiare prima la distribuzione degli arredi in relazione allo spazio, valutando bene cosa inserire è la strategia migliore per realizzare un soggiorno che sia accogliente e funzionale oltre che bilanciato nella composizione e quindi armonico. Per capire da cosa partire ecco 4 consigli utili per non fare scelte sbagliate.

Inserire solo il necessario e ragionare prima sulle proporzioni

Quando ci si deve confrontare con spazi non grandissimi ragionare con chiarezza sull'abaco di arredi che comporranno lo spazio sarà sicuramente la cosa più utile da fare. Un soggiorno che si rispetti necessiterà di un tavolo da pranzo, con le relative sedie, di un divano (o di un paio di poltrone) di qualche piccolo complemento d'arredo accessorio, come per esempio un tavolino, e di un mobile basso o di qualcosa di simile a una parete attrezzata su cui poggiare ciò che serve e che contenga il necessario. Chiariti gli elementi va compresa la posizione di questi e vanno conseguentemente studiati gli ingombri cercando di optare per arredi salvaspazio che possano minimizzare al meglio gli ingombri. Fra questi, pezzi jolly come per esempio un tavolino a supporto del divano da inserire di fianco e da infilare sotto la seduta potrà essere una buona idea o ancora, pensare a un pouf come alternativa al tavolino da utilizzare anche come seduta alternativa, si tratta di due tra le diverse combinazioni che si possono ragionare per ottimizzare lo spazio.

Puntare su arredi contenitore con moduli a scomparsa

I mobili giorno tradizionali come le librerie o le madie, possono essere poco gestibili in un living dalle dimensioni mini. Ragionare su elementi appesi a parete, provvisti di ripiani, che in profondità occupino poco spazio e che abbiano al loro interno soluzioni a ribalta (e a scomparsa) da aprire e chiudere all'occorrenza può invece essere un ottimo escamotage per ridurre gli ingombri e non fare troppe deroghe alla funzionalità. Inoltre, in ambienti non particolarmente ampi giocare sulla verticalità, con mensole, ripiani, piccole librerie, ma anche con elementi decorativi come quadri e foto, si può rivelare un'ottima idea per ampliare e dare all'insieme un effetto più arioso e quindi di maggiore spazio.

Puntare sul tavolo giusto

Per il tavolo da pranzo la parola d'ordine dovrà essere: allungabile. Scegliere una soluzione che all'occorrenza possa raddoppiare i posti sarà infatti il miglior modello per soggiorni di questo tipo. Le versioni allungabili sono le più gettonate per gli spazi contenuti, ma per ovviare ai pochi centimetri esistono anche degli altri stratagemmi, fra questi puntare su un modello che permetta alle sedie di entrare sotto, sarà un'ottima combinazione per liberare lo spazio circostante così come scegliere una panca contenitore come seduta alternativa da integrare alle sedie. Per quanto riguarda la forma meglio orientarsi su tavoli quadrati, dai lati non troppo grandi, o rotondi e dal diametro contenuto, in questo modo la circolazione intorno sarà più semplice e ne godrà anche lo spazio in generale.

Scegliere un divano proporzionato

Protagonista indiscusso di tutte le zone giorno, il divano riveste un ruolo centrale in questo ambiente e in un piccolo spazio può diventare un elemento ancora più importante. Per evitare che diventi una presenza troppo ingombrante e che quindi congestioni troppo l'ambiente, prima di sceglierlo sarà bene sincerarsi delle giuste dimensioni valutando con grande attenzione il punto in cui andrà inserito e l'ingombro che darà allo spazio. Orientarsi su un modello basso e dalle dimensioni contenute (come per esempio un 2 posti) con uno schienale compatto e con braccioli poco voluminosi darà comfort e farà sembrare l'imbottito più ampio. Per il colore meglio ragionare su tinte chiare o, nel caso in cui il divano si poggi su una parete colorata, si può pensare a un gioco di ton sur ton che dia profondità all'insieme facendolo sembrare più ampio. Nulla osta, se si desidera qualcosa di ancora più sversatile, di creare un'alternativa con 2 poltrone. Più facili da movimentare e da gestire daranno maggiore fluidità all'insieme.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Proposte facili da sviluppare che sul mercato trovano una scelta ampia che ben risponde a stili d'arredo diversi (anche se le soluzioni moderne e contemporanee restano le più gettonate per questo genere di spazi). Idee per organizzare al meglio anche la più piccola delle zone giorno con ragionato criterio. La combinazione studiata di questi consigli sarà un ambiente accogliente, ma anche dinamico, pratico e funzionale concepito nel segno dell'armonia.

Claudia Schiera

Hai trovato interessante l'articolo? Scopri tutti gli articoli correlati all'argomento:

soggiorno

facebook twitter pinterest google

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse