Mobili Design Occasioni Mobili Classici Occasioni

facebook cerca Menù
  1. NegoziMobiliDesign
  2. MagaDeSign
  3. Abitare oggi
  4. Come scegliere il tavolo da giardino

Abitare oggi

Come scegliere il tavolo da giardino

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Quali sono i trend in fatto di tavoli da esterno e quali le dimensioni più indicate e i materiali più performanti per un modello da giardino/terrazzo che oltre a essere bello duri anche nel tempo? Oggi il mercato offre una gamma di soluzioni ampia e articolata che copre tutte le esigenze e, dagli spazi outdoor più piccoli ai grandi giardini, è possibile organizzare zone convivio belle e pratiche in cui funzionalità, estetica e buon design convivono. Scopriamo meglio come orientarsi nella scelta.

L'importanza dello spazio

Per quanto riguarda le dimensioni del tavolo tutto parte dal tipo ambiente outdoor dentro cui questo verrà collocato e dal tipo di utilizzo che se ne farà. Quando si sceglie un tavolo, che sia da interno o da esterno, una preventiva valutazione chiara del punto in cui questo andrà inserito è fondamentale per evitare di acquistare qualcosa di sottodimensionato o, ancora peggio, di sovradimensionato. Maggiore sarà lo spazio in cui questo andrà collocato più grande e ampio potrà essere il tavolo, è sempre opportuno però, anche nel caso di grandi spazi, ragionare su soluzioni allungabili e richiudibili da sviluppare volta per volta in base al numero di commensali. Anche in grandi giardini e terrazze è sempre preferibile creare delle zone convivio che siano raccolte e ben ombreggiate ed evitare tavoli troppo grandi, poco maneggevoli e anche difficili da organizzare. Il tavolo, che sia da interno o da esterno, deve sempre permettere una corretta e fluida circolazione intorno con sedie/poltrone in numero e forma adeguate al tipo di tavolo, ma nel caso di situazioni outdoor, meglio orientarsi su sedute che siano leggere, facili da spostare e preferibilmente impilabili.

Il giusto materiale

Quando parliamo di arredi da esterno il materiale è sempre una scelta di primaria importanza. Oggi è possibile spaziare fra tantissime componenti, le più comuni sono sicuramente il legno, opportunamente trattato per uso esterno, l'alluminio, colorato e non, sicuramente una delle scelte più funzionali perché facile da manutenere ed estremamente leggero e pratico. Ma molto diffuse sono anche le componenti plastiche che, se scelte di buona qualità, rappresentano un'ottima alternativa perché estremamente resistenti e facili pulire. Inoltre il vantaggio dei tavoli realizzati con resine e componenti plastiche è che possono essere lasciati all'esterno anche durante le stagioni più fredde e piovose. A questi che sono considerati i materiali più comuni fanno seguito le componenti naturali come il rattan e bambù (da scegliere di buona qualità e trattati per uso esterno), ma anche le soluzioni più tradizionali e “pesanti” come la muratura e la ceramica. Queste 2 ultime alternative, spesso molto suggestive nell'estetica, vanno però considerate con grande accuratezza. Non sempre facili da movimentare dovrebbero essere inserite con grande chiarezza e trovare fin dall'inizio una collocazione che sia più o meno definitiva per evitare spostamenti non sempre semplicissimi da realizzare.

Soluzioni fisse o richiudibili

Il mercato offre una varietà di modelli davvero ampia, le diverse soluzioni di tavoli da giardino si differenziano non soltanto per i materiali e per le dimensioni, ma anche per la possibilità, non trascurabile di essere più o meno pieghevoli e quindi richiudibili e allungabili. Una caratteristica, quest'ultima, importante soprattutto quando gli ambienti outdoor a disposizione non sono grandissimi. Se si dispone di molto spazio il consiglio è di orientarsi preferibilmente verso un modello che sia robusto e di dimensioni medie, ma allungabile, quindi dotato di prolunghe a ribalta o a scorrimento che consentano di raddoppiare i posti e ospitare facilmente un maggior numero di commensali. Se si dispone invece di uno spazio ridotto, la scelta più indicata è quella di un tavolo leggero e richiudibile che consenta di allestire all'occorrenza una zona pranzo, ma che non sia troppo invadente e che consenta di coniugare praticità e comodità.

Elemento importante e cuore del convivio, il tavolo, che sia all'interno o all'esterno della casa, è un pezzo d'arredo centrale. Qualcosa su cui fare un investimento economico. Nella scelta di un modello da esterno la soluzione più opportuna, sia che ci si trovi in un piccolo balcone o in un grande giardino, è di orientarsi su un tavolo da esterno proporzionato che abbia le giuste dimensioni, ma anche su qualcosa di funzionale, adatto quindi all'utilizzo che se ne farà e che consenta di realizzare una zona pranzo armoniosa e organizzata su cui poi eventualmente costruire tutto il resto.

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Abitare oggi
potrebbe interessarti anche