Mobili Design Occasioni Mobili Classici Occasioni

Instagram facebook cerca Menù
  1. NegoziMobiliDesign
  2. MagaDeSign
  3. Progettare gli spazi
  4. Come arredare la zona living? Idee per un soggiorno di tendenza

Progettare gli spazi

Come arredare la zona living? Idee per un soggiorno di tendenza

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Arredare tout court una zona living moderna o rivisitare quella che si ha per darle un nuovo look è un'operazione molto complessa perché è una delle stanze che maggiormente esprimono la personalità di una casa. È difficile dare delle linee guida specifiche quando molte delle decisioni sono condizionate da come ognuno vive questo spazio e quale ruolo vuole dedicargli, in questo articolo troverai tanti utili consigli per rendere questo spazio della casa funzionale, di tendenza e con un'estetica d'effetto:

  1. I mille volti del soggiorno, la stanza più versatile della casa
  2. Zone living moderne: per un restyling studiato nel dettaglio
  3. Arredare il soggiorno: consigli su come procedere nell'arredamento di un living
  4. Soggiorni Moderni: illuminazione pensata ad hoc
  5. Zona living: i mobili più adatti per uno spazio funzionale
  6. I differenti stili del soggiorno: ognuno con la propria personalità
  7. I colori e i rivestimenti migliori per arredare un soggiorno
  8. Articoli consigliati

I mille volti del soggiorno, la stanza più versatile della casa

Un soggiorno infatti è probabilmente l'ambiente che più degli altri deve essere necessariamente multifunzionale e flessibile a seconda dei suoi differenti usi. Il living viene utilizzato di giorno e di sera e di conseguenza ha bisogno di uno studio attento dell'illuminazione che varia nel corso della giornata. È uno spazio che può essere dedicato al relax individuale e quindi richiede un'atmosfera raccolta ad esempio per la lettura, ma è anche un luogo dove si accolgono gli ospiti, ci si ritrova per feste e ricorrenze, pertanto bisognoso di spazialità e ampiezza. Il soggiorno spesso è la camera dove si guarda la TV, dove c'è una zona divani per fare conversazione, ma anche dove si mangia, non essendoci quasi più una distinzione con la sala da pranzo. Valutare queste differenti modalità d'uso di questa parte della casa può dunque essere un primo step indispensabile per capire come la si vuole arredare. Partendo dalle funzioni primarie da dover assolvere si possono scegliere gli arredi principali come ad esempio le sedute, il tavolo e una parete attrezzata. Solo una volta individuati gli arredi più ingombranti e posizionati all'interno della stanza si può poi procedere con l'aggiunta dei complementi e degli accessori.

Zone living moderne: per un restyling studiato nel dettaglio

Nel caso in cui il restyling dell'arredo zona living sia indipendente dal resto della casa, quando cioè non fa parte di una ristrutturazione completa dell'immobile, allora sarà necessario anche decidere eventuali nuovi rivestimenti e finiture cercando sempre di seguire lo stile generale. Valutare differenti opzioni cromatiche, quale effetto ottenere e se questo debba conformarsi dalle altre zone dell'abitazione o distinguersi da esse. Se siete in procinto di dare un nuovo look al vostro salotto, senza dover intervenire su tutta la casa, allora una delle prime decisioni che dovrete prendere riguarderà la scelta dei nuovi rivestimenti e finiture. L'obiettivo sarà quello di creare un ambiente armonioso e coerente con lo stile generale della casa, ma allo stesso tempo potrete anche optare per un tocco di originalità che lo distinguerà dalle altre zone dell'abitazione. Prima di tutto, valutate attentamente le differenti opzioni cromatiche. Potrete optare per tonalità neutre e classiche, che si adattano a qualsiasi tipo di arredamento, oppure per colori più vivaci e audaci, che daranno un tocco di personalità al vostro living. Tenete presente che i colori hanno un grande impatto sull'umore e sull'atmosfera di un ambiente, quindi scegliete con cura la nuance che meglio si adatta alle vostre esigenze. Inoltre, dovrete decidere quale effetto volete ottenere. Se il vostro obiettivo è quello di creare un ambiente rilassante e confortevole, allora potrete optare per tessuti morbidi e texture accoglienti. Se invece preferite uno stile più moderno e minimalista, allora dovrete puntare su finiture lisce e pulite, magari arricchite da dettagli metallici. Infine, valutate se il nuovo look del vostro living dovrà conformarsi allo stile delle altre zone dell'abitazione o se potrete permettervi di osare con una scelta più originale. Se avete una casa dai toni neutri e classici, potrete optare per un living dai colori accesi e vivaci, che darà un tocco di allegria e vitalità all'intero ambiente. Se invece avete un'abitazione dallo stile più contemporaneo, potrete scegliere un living dalle finiture minimaliste e pulite, che si integrerà perfettamente nel contesto. In conclusione, scegliere i nuovi rivestimenti e finiture per il vostro living non è un compito facile, ma seguendo queste semplici indicazioni riuscirete a creare un ambiente accogliente e di tendenza, che si integrerà perfettamente con il resto della casa.

Arredare il soggiorno: consigli su come procedere nell'arredamento di un living

Clicca sulla foto per scoprire questa realizzazione eseguita da un arredatore presente su NegoziMobiliDesign

Cerchiamo di individuare quali possono essere i punti chiave per organizzare la zona living. Se questa coincide con l'ingresso di casa, cosa che spesso nelle abitazioni di concezione moderna avviene molto di frequente, allora è necessario che si crei in qualche modo una divisione tra i due ambienti, seppur parziale. Ciò significa disporre un filtro visivo come una parete libreria o un muretto basso oppure una differenziazione cromatica. Fondamentale è cercare di fare in modo che il possibile disordine che può crearsi nella zona ingresso non sia visibile dall'area conviviale: adottare la soluzione di mobili chiusi o armadi guardaroba è senza dubbio un modo per avere tutto in ordine e a portata di mano. In generale, anche se non ci si trova direttamente in corrispondenza dell'entrata, è sempre opportuno valutare quali siano le direttrici principali degli spostamenti, ossia i tragitti che si devono percorrere per andare da un punto di interesse all'altro: dai divani alla zona pranzo, dal tavolo alla cucina, dall'ingresso della stanza all'apertura delle finestre. Tutto deve essere assolutamente fluido e senza intralci in modo da permettere al meglio la fruizione dello spazio sia per chi ne è proprietario che per gli ospiti. Mettere un divano di spalle in corrispondenza dell'apertura del soggiorno oppure di fronte alle finestre sono esempi purtroppo molto frequenti in cui nell'arredare zona living moderno si predilige l'estetica a danno della reale funzionalità dell'ambiente.

Soggiorni Moderni: illuminazione pensata ad hoc

Sempre parlando delle zone living, la scelta e il posizionamento delle luci è un altro fattore che spesso manca di giuste valutazioni. In un soggiorno c'è bisogno di un'illuminazione di due tipi: quella diffusa e quella puntuale. La luce diffusa serve a dare atmosfera nel caso ci sia bisogno di una situazione rilassante come una festa o un dopo cena in cui ci si siede a fare conversazione sul divano. L'illuminazione puntuale è quella che invece deve assolvere in modo specifico una funzione che può essere leggere un libro comodamente seduti in poltrona o pranzare intorno ad un tavolo. La scelta di più punti luce risulta perciò indispensabile per far sì che tutte queste diverse necessità possano essere assolte, considerando anche un posizionamento pratico dei tasti di accensione. Una lampada ad arco, lampade da tavolo, faretti direzionabili: in commercio è davvero semplice trovare la soluzione adatta ad ogni problema.

Zona living: i mobili più adatti per uno spazio funzionale

Clicca sulla foto per scoprire questa realizzazione eseguita da un arredatore presente su NegoziMobiliDesign

Scegliere mobili molto ingombranti, come magari vecchi comò o librerie ereditate dai propri cari ha motivo di essere solo nel caso in cui il valore affettivo sia proporzionato a quello estetico e soprattutto alla proporzione tra di essi e lo spazio in cui vanno ricollocati. Meglio rinunciare ad un pezzo d'epoca che ci fa battere il cuore piuttosto che rovinare l'intero soggiorno appesantendolo. Il problema dell'horror vacui apre una riflessione sia rispetto allo spazio a terra che riguardo alle pareti: non solo non è necessario riempire tutta la stanza di arredi e soprammobili, ma anche i muri a volte lasciati spogli possono essere una scelta saggia. L'eleganza di un arredamento a volte sta proprio nel limitarsi a pochi elementi piuttosto che stipare troppe cose. Di contro, lasciare eccessivo spazio vuoto potrebbe rendere l'ambiente asettico e freddo. Ma trovare i mobili giusti non basta: ogni stanza ha un punto focale e quindi individuare quale sia il proprio serve a dare al living la giusta personalità. C'è ad esempio chi preferisce che questo ruoti attorno alla tv, c'è invece chi pensa che la zona conversazione debba essere predominante, c'è infine chi punta tutto sulla convivialità della zona pranzo. Qualunque sia la scelta, sarà opportuno predisporre l'ambiente per conseguire questo scopo. Per rendere più movimentato un soggiorno si può anche decidere di non posizionare i mobili per forza attaccati alle pareti. Questa abitudine molto tradizionale spesso infatti si rischia di rendere banale uno spazio: mettere ad esempio un divano in diagonale o semplicemente distanziarlo dalla parete renderà tutto l'insieme meno piatto e gradevole.

Un'ultima considerazione generale sulla selezione degli arredi riguarda i tappeti. Complementi ricchi di personalità in grado di rendere accogliente un soggiorno, i tappeti vanno però collocati in modo accurato: porli al di sotto delle sedie e del tavolo da pranzo non sempre si rivela una scelta adeguata perché possono essere di intralcio nei movimenti. Meglio piuttosto collocarli nella zona divani dove è più difficile che diano fastidio.

I differenti stili del soggiorno: ognuno con la propria personalità

Accessori, scelte cromatiche, complementi ed arredi fissi: ogni elemento di una zona living contribuisce a creare il proprio stile che non necessariamente deve essere monotematico. È infatti possibile mixare elementi diversi e creare il proprio linguaggio in modo eclettico. Un'opzione non semplice se non si ha grande familiarità con l'home design, ma ovviabile mediante l'ausilio di riviste e siti specializzati o consulenze mirate di interior designer. A tale scopo può essere utile fare una rapida carrellata di quelle che sono le maggiori tendenze del momento. Premesso che il living moderno è in generale considerato quello stile in cui soggiorno, sala da pranzo e cucina convivono in un unico open space e quindi, più che una scelta nella tipologia di arredi, riguarda piuttosto il concetto stesso di spazialità, gli stili veri e propri possono essere raggruppati in sette aree tematiche:

  • L'intramontabile stile classico si basa sulla selezione di tonalità calde e arredi tradizionali in noce, linee morbide per le sedute e possibili parati decorati alle pareti. Un'atmosfera molto calda e accogliente che però va saputa dosare senza eccedere nella ridondanza.
  • Lo stile coloniale, anche conosciuto come etnico, predilige tessuti preferibilmente naturali nei colori crema, ecru e marrone. Il mobilio ridotto all'essenziale è in legno grezzo o dipinto di bianco, meglio se poco trattato e con qualche imperfezione. L'aggiunta di qualche cimelio proveniente da un viaggio può arricchire l'insieme.
  • Lo stile industrial si ispira ai loft newyorkesi e all'architettura delle fabbriche: per ricreare questo spirito è sufficiente puntare su colori del ferro e del legno per il divano, aggiungere qualche lampada a sospensione, lasciare a vista una parete in mattoni e rivestire il pavimento con assi in legno grezzo.
  • Manufatti artigianali, legno intarsiato, tessuti freschi, legno e ferro battuto per lo stile mediterraneo che attinge alle culture italiane, iberiche, greche o arabe. Luminoso e solare con i suoi sparati bianchi, caldo nelle sue tonalità del cotto ed essenziale nelle sue linee.
  • Più freddo invece lo stile minimalista contraddistinto dalla pulizia dei volumi e dalla riduzione al minimo di arredi e suppellettili. Perfetto in questo tipo di living l'accostamento di materiali come il vetro alle tonalità di bianco e grigio e alle superfici lisce date dalla resina e dal cemento.
  • Accogliente e confortante, lo stile rustico è perfetto per casali di campagna e meno per interni di città, complici la presenza di mattoni o pietre a vista, travature in legno, vedute panoramiche del verde esterno. In questo tipo di spazi è sufficiente che il contesto sia protagonista e basterà scegliere un romantico divano dagli ampi braccioli, dei mobili rurali in legno e calde cromie.
  • Infine lo stile scandinavo dalle forme semplici e dalle geometrie rigorose in legno ben si sposa con tessuti optical e pareti color pastello.

I colori e i rivestimenti migliori per arredare un soggiorno

Clicca sulla foto per scoprire questa realizzazione eseguita da un arredatore presente su NegoziMobiliDesign

Solitamente la zona living difficilmente si discosta dal resto della casa ed è sempre più comune che il tipo di finiture sia lo stesso in ogni ambiente, compresa la cucina e i bagni. Valgono pertanto le stesse considerazioni per tutta la zona giorno. Le tonalità chiare e neutre sono maggiormente indicate su spazi molto ampi, ma se si vuole giocare con le cromie e con audaci colpi di colore, allora questo è meglio farlo su piccole superfici. La scelta dei colori delle pareti e quella degli arredi devono andare ovviamente d'accordo, come anche in relazione al tipo di pavimentazione presente. Quando si decide come arredare la zona living è importante infatti considerare se il rivestimento a terra si addica o meno al tipo di stile che vogliamo ottenere. È pertanto fondamentale la selezione del giusto materiale tra marmo, parquet, grès porcellanato o resina di cemento, come altrettanto decidere se aggiungere un tappeto oppure no. Se state cercando di fare un restyling della zona living, optate quindi per colori neutri come il bianco, il grigio e il beige, che creeranno un ambiente armonioso e rilassante. Per aggiungere un tocco di personalità, potrete puntare su tessuti in velluto o in lino, che conferiranno morbidezza e calore. In alternativa, potrete scegliere finiture in legno naturale o in marmo, che daranno un tocco di eleganza e raffinatezza al vostro living. Ricordate sempre di mantenere un equilibrio tra funzionalità e design, per creare uno spazio accogliente e di tendenza.

Articoli consigliati

Se questo articolo sull'arredo living ti è piaciuto dai uno sguardo anche a questi per trovare tante informazioni utili:

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Progettare gli spazi
potrebbe interessarti anche

magazine dettaglio