ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Tendenze

Arredamento industrial chic: la casa dei giovani

Da qualche tempo si è affermata una corrente di interior design amata soprattutto dai più giovani, grazie al suo potenziale creativo e alla sua ecletticità: stiamo parlando dell'arredamento industrial chic.

Questo stile affonda le sue radici nell'America della prima metà del secolo scorso, quando la trasformazione industriale portò a liberare numerosi magazzini e edifici industriali che furono trasformati in abitazioni civili e ampi appartamenti di lusso.
Gli arredi vennero recuperati e riutilizzati, le pareti e i pavimenti rimasero consumati e un po' danneggiati e le ampie finestre dai telai di metallo divennero le aperture da cui far entrare luce e guardare il mondo esterno.

E così lo stile industrial chic, trasformandosi nel tempo, è arrivato fino a noi e ha conquistato soprattutto i giovani che in città e fuori scelgono sempre più spesso di arredare casa in stile industrial chic.

Loft: l'ambiente ideale per l'arredamento industrial chic

I loft sono generalmente spazi aperti più o meno ampi usati originariamente come depositi o magazzini e riconvertiti in abitazioni. La caratteristica di questi ambienti è quella di essere molto alti, spesso dotati di soppalchi con strutture in metallo e grandi vetrate da cui entra molta luce, elemento essenziale nello stile industriale.

Le tubature e gli impianti a vista, così come le pareti di mattoncini o i pavimenti in resina non rifiniti costituiscono i presupposti essenziali per un arredamento in perfetto stile industrial chic.

Per completare l'insieme si possono scegliere travi a vista per il soffitto, porte in ferro e scaffalature in metallo preferibilmente di recupero.
Oggetti scovati nei mercatini come i "porta tutto" delle vecchie officine meccaniche o gli schedari degli uffici amministrativi sono spesso pezzi unici che, soprattutto i più giovani, amano scegliere per l'arredamento industrial chic dei propri loft.

Arredare casa in stile industrial chic con pochi semplici elementi

Ma non serve necessariamente un loft per scegliere uno stile di arredamento industrial chic, si può riprendere questo mood anche in appartamento mixando alcuni elementi chiave.

In primis per arredate casa in stile industrial chic il pavimento va scelto ad hoc, optando per un legno duro, un cemento o una resina perfetti per ricreare quell'aspetto continuo che è tipico degli ambienti industriali, prevedere spaccature o usure è l'idea in più per arricchire lo stile.

Il metallo e il legno sono i grandi protagonisti dell'arredamento in stile industrial chic, quindi via libera a scaffalature di recupero da magazzini e recupero e ripiani e mensole di legno massello, irregolari e ruvide.

La palette è rigorosamente sui toni del grigio, del marrone e del nero ravvivati da colori più vivaci e di grande tendenza come il giallo, il rosso o l'ottanio. Per arredare casa in stile industrial chic l'ideale è mixare queste tinte creando piacevoli effetti grazie alla luce che entra dalle finestre possibilmente ampie e sgombre di tende pensanti: lo stile industrial chic, infatti, prevede tende avvolgibili o a pannello.

Anche la luce è essenziale: si possono alternare lampadine a vista, con fili colorati, a grandi lampade simili a quelle che si trovavano negli uffici di progettazione ma anche tubi led o faretti da terra che creano un caratteristico effetto chiaro scuro.

L'illuminazione va studiata con grande cura essendo un elemento fondamentale dell'arredamento industrial chic.

Come realizzare un soggiorno industrial chic

Parlando nello specifico delle singole stanze vediamo come si può arredare una casa in stile industrial chic.
Partiamo dal soggiorno, l'ambiente più frequentato e anche il biglietto da visita della casa per tutti coloro che vengo a trovarci.

Innanzitutto si inizia, ancora una volta, dai materiali, in particolare metallo e legno massello, ma anche pelle o finta pelle per le caratteristiche poltrone o gli ampi divani, meglio se un po' usurati per dare un aspetto trascurato tipico delle strutture frequentate quotidianamente dai lavoratori.

Dunque via libera a legni naturali consumati, a poltroncine in cuoio dai braccioli leggermente lisi e librerie in ferro un po' rovinato e graffiato.

Le pareti sono in tinta unita, in beige e bianco alternati a colori più scuri e pieni oppure a muri in mattoncini a vista. Anche la carta da parati è molto utilizzata nel soggiorno industrial chic purché abbia motivi geometrici astratti.

Si possono aggiungere dettagli veramente di classe al soggiorno in stile industrial chic rovistando tra mercatini vintage.

Un classico molto apprezzato è la sedia da barbiere da utilizzare come poltrona oppure da lasciare solo come ornamento. Anche i vecchi carrelli in metallo dei meccanici possono essere complementi interessati soprattutto se utilizzati come porta bottiglie o tavolinetti.

Se volete osare le vecchie insegne al neon colorate che si trovano in molti negozi di arredi di recupero sono una vera chicca per un soggiorno industrial chic. In alternativa delle stampe o delle litografie in bianco e nero o delle vecchie fotografie sono ornamenti altrettanto adatti.

E accanto al divano o alla poltroncina in pelle una bella lampada di ghisa darà calore a tutto l'ambiente.

La cucina industrial chic: stile e funzionalità

Una perfetta cucina industrial chic può essere costruita a partire da un blocco di tipo professionale color ghisa o cromo, ampio e molto funzionale, può diventare il protagonista anche in un open space.

Per creare un mix d'effetto si possono scegliere, in alternativa, cucine componibili con ante di legno e finiture in peltro magari da abbinare a dei banconi in legno massello da utilizzare come isole per preparare i cibi ma anche per mangiare.

L'attenzione ai dettagli è ciò che contraddistingue una vera cucina industrial chic: via libera a maniglie di recupero, in metallo o ferro graffiato, ma anche a lampadine a vista che illuminano il banco.

Per il rivestimento della cucina industrial chic sono perfette le mattonelle rettangolari piccole bianche e lucide, che richiamano le botteghe dei macellai, ma se si vuole osare introducendo un po' di colore giocando sui contrasti si possono scegliere anche le piastrelle sul modello degli azulejos portoghesi.

La cucina industrial chic è completata da un tavolo in legno massello, realizzato con tavole tagliate e lasciate grezze, con le fessure riempite di resina trasparente e robuste gambe di acciaio, mentre le sedie sono rigorosamente di metallo oppure di legno, purché recuperate da vecchi ristoranti o mercatini dell'usato.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Il dettaglio in più? Una ghiacciaia che stava dietro a un bancone da salumiere oppure un'affettatrice vintage lasciata in bella vista sul banco.

L'arredamento industrial chic lascia veramente tanto spazio alla creatività grazie al mix tra elementi di recupero e complementi moderni che si amalgamano alla perfezione.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse