ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
A come arredo

6 considerazioni sulla scelta del box doccia

La scelta del box doccia è un momento critico quando si ristruttura casa. Devi fare i conti prima di tutto con lo spazio che hai a disposizione, con il design del bagno e con il budget. Eppure ci sono altri fattori da prendere in considerazione, spesso dimenticati. Si rischia così di scegliere modelli poco adatti alle proprie esigenze.

Sbagliare la scelta del box doccia può essere un grosso danno economico. Nel caso peggiore, sei costretto a cambiarlo molto prima di quando sarebbe necessario. Oltre a questo, può rovinare un piccolo rituale quotidiano e abbassare la qualità della tua vita. Vale quindi la pena farti qualche domanda, prima di procedere con l'acquisto.

1. Box doccia in vetro trasparente o satinato?

Consideri la scelta del box doccia in vetro trasparente o satinato puramente estetica? In parte è vero. Un box doccia di cristallo trasparente nero ha un certo impatto sul design del bagno, ad esempio. Basta sostituirlo con uno dotato di vetro satinato per avere tutt'altro effetto. Accanto alle considerazioni di questo tipo, però, ne vanno fatte altre di stampo più pratico.

Un box doccia di cristallo ha un grosso problema: richiede una manutenzione maggiore. Dopo ogni doccia devi sempre ricordarti di asciugare i vetri con cura. Non lo fai perché hai fretta o tendi a dimenticare queste cose? Tempo qualche giorno e la luminosità del cristallo sparisce, offuscata dal calcare. Scegliere un modello con trattamento anticalcare riduce il problema, ma non lo cancella in toto. Cosa fare?

Prima di scegliere un box doccia in vetro trasparente o satinato, esamina le tue abitudini con sincerità. Se sei una persona meticolosa e ordinata, il cristallo trasparente è la soluzione per te. Se la mattina sei abituato a correre e non hai proprio tempo – o voglia – di asciugare sempre, meglio il satinato.

2. Scelta del box doccia multifunzione: quali funzioni?

Negli ultimi anni sempre più persone puntano sui box doccia multifunzione. Sono cabine di varie forme e dimensioni, concepite per aggiungere ulteriori funzioni a quelle tradizionali. In alcuni casi, sono veri e propri strumenti da centro benessere che costano migliaia di euro. Nonostante la comodità e la bellezza di questi modelli, ti conviene però farti una domanda: quali funzioni ti servono davvero? Facciamo una carrellata di quelle principali.

  • Idromassaggio, di cui parleremo nel prossimo paragrafo.
  • Soffione. I box doccia tradizionali sono dotati solo di un saliscendi, per direzionare il getto dove preferisci. Il soffione è invece un elemento fisso posizionato sul soffitto della doccia, dal quale l'acqua scorre a pioggia. È l'ideale per docce rilassanti a fine giornata.
  • Cromoterapia, per sfruttare gli effetti dei colori sull'umore. Alcuni modelli sono infatti dotati di lampade LED colorate integrate nel soffione. A seconda dell'effetto che vuoi ottenere, accompagni la doccia a un certo colore piuttosto che un altro.
  • Bagno turco con aromaterapia. La funzione ti permette di riempire la cabina di vapore e goderti un bel bagno turco. Se vuoi, puoi aggiungere poche gocce di olio essenziale all'erogatore. Una scelta imprescindibile, se ami questo tipo di trattamenti.
  • Radio e casse Bluetooth. Ami cantare sotto la doccia o ascoltare le notizie del mattino mentre ti prepari? Quando pensi a quale scelta del box doccia fare, cerca un modello con radio integrata.

3. Hai bisogno di un box doccia con idromassaggio?

Il box doccia con idromassaggio è l'esempio più classico di box doccia multifunzione. Questi modelli sono dotati di getti orizzontali ad alta pressione, il più delle volte anche orientabili. Ti posizioni di fronte ai bocchettoni e lasci che i getti ti massaggino dove preferisci.

I box doccia di questo tipo sono adatti agli amanti del fitness, per riprendersi dopo un allenamento intenso. Sono perfetti anche per chi lavora molto al computer e tende ad accumulare tensioni. Un paio di getti ben localizzati, uniti a una postura corretta, possono ridurre dolori al collo e alla schiena.

Non ami l'esercizio fisico e non lavori da seduto? Puoi comunque scegliere un box doccia con idromassaggio. Le docce con idromassaggio sono indicate per tutti coloro che hanno bisogno di relax. Rispetto alle vasche, occupano meno spazio e sono più economiche. Eppure, in termini di relax e benefici sono molto simili.

4. Puoi installare un box doccia per vasca?

Fino a questo momento, abbiamo dato per scontata la scelta del box doccia. Che fare però se hai già una vasca da bagno o non vuoi rinunciare ai tuoi amati bagni? Il box doccia per vasca è una soluzione alternativa, che ti permette sia di stare in ammollo sia di lavarti in modo rapido. In questo modo hai un bagno a misura di weekend e di giorni feriali.

Il box doccia per vasca è una parete da applicare sopra la vasca, dotata di bocchettone con saliscendi. Puoi scegliere tra modelli in plastica o in cristallo, a seconda del tuo budget. Inoltre, hai a disposizione soluzioni con ante fisse, a battente o scorrevoli, che coprano tutta la vasca o solo una parte.

Le pareti aggiuntive non aggiungono particolari funzioni. In teoria, qualsiasi vasca da bagno ti permette già di farti la doccia invece che il bagno. L'operazione risulta però più scomoda, dato che non hai il saliscendi per fissare il bocchettone sopra di te. Per non parlare poi del rischio di allagare mezzo bagno con pochi minuti di doccia. Un box doccia per vasca serve proprio a eliminare questi problemi.

5. Ci sono bambini molto piccoli?

La vasca da bagno è la scelta tipica dei neo genitori. Per lavare i bambini molto piccoli, la soluzione più facile è montare una piccola vasca dentro quella grande. Una volta un pochino più grandi, la vasca da bagno ti permette di far sedere i bambini e aiutarli a lavarsi. La scelta del box doccia sembra quindi scomoda. In realtà, molto dipende dal tipo di modello.

In commercio ci sono vasche per neonato adatte anche alla doccia. Le poggi sul piatto del box, le riempi e le usi come quelle tradizionali. Per evitare disastri e goderti anche tu il bagnetto del piccolo, assicurati solo che la doccia sia abbastanza ampia e che le ante ti lascino spazio di manovra. Rischi altrimenti di rimanere "incastrato" mentre ti occupi del piccolo.

Se il bimbo sa camminare ma è piccolo per lavarsi da solo, puoi fare la doccia insieme a lui per aiutarlo. In questo caso, la scelta del box doccia deve cadere su un modello abbastanza grande per accogliere entrambi. Potrebbe essere utile anche far installare una seduta o scegliere un box che l'abbia integrata.

6. Ci sono persone anziane o disabili?

La seduta è un grosso aiuto anche per le persone diversamente abili o anziane, che fanno fatica a stare in piedi. Permette loro di accomodarsi e lavarsi senza fretta, senza rischiare di cadere o di scivolare sul piatto. Inoltre, cerca di scegliere una doccia filo pavimento con ante scorrevoli.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

I box doccia filo pavimento sono privi del piatto rialzato, sostituto da un rivestimento per pavimento alto pochi millimetri. In questo modo non si rischia di inciampare nel gradino ed entrare in doccia diventa più facile. Le ante scorrevoli rendono il tutto ancora più facile.

La doccia è più che una necessità: è un momento da dedicare a te stesso e un'occasione per stare bene. Fatti tutte queste domande e scegli con attenzione!

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse