ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Arredamento green

Obiettivo Risparmio Energetico: casa smart e arredo green.

Il tema del risparmio energetico, in casa come negli uffici, non è certo una novità.
Sempre molto attuale, la scelta di tagliare i costi in bolletta e, al tempo stesso, contribuire alla salvaguardia dell'ambiente, diviene sempre più una priorità, soprattutto nell'epoca attuale segnata dalla crisi e dai preoccupanti fenomeni naturali dovuti ai comportamenti scorretti dell'uomo.

L'energia è un bene molto prezioso ed è giusto impegnarsi per evitare gli sprechi. Una casa a risparmio energetico è sicuramente un grande passo in questa direzione, vediamo allora quali sono i punti chiavi sui quali riflettere e intervenire per risparmiare energia e arredare in modo green.

Efficienza energetica: come intervenire a livello strutturale

Partiamo a considerare i maggiori interventi che è possibile operare per una casa indipendente a risparmio energetico che si rispetti: un cappotto esterno è sicuramente la soluzione migliore per isolare l'ambiente, tuttavia, in caso fossero presenti impedimenti di varia natura alla sua realizzazione, è possibile compensare con una coibentazione delle pareti perimetrali interne, meno risolutiva rispetto al cappotto esterno ma comunque utile per risparmiare energia. Allo stesso modo, provvedere anche alla coibentazione della copertura evita che si verifichino dispersioni di calore dall'alto.

A seguire, un intervento più comune è la sostituzione di vecchi infissi con strutture e vetri nuovi, scegliendo nel primo caso tra materiali performanti (come il PVC, l'alluminio a taglio termico o sistemi ibridi come legno-alluminio o alluminio-legno) e, nel secondo, per vetri doppi o tripli basso emissivi, così da godere del massimo della funzionalità a livello di isolamento termico ed anche acustico.
Rispetto alle operazioni precedenti, comunque, questa contribuisce in minor percentuale al risparmio energetico della casa, trattandosi naturalmente di un intervento limitato alle aperture, diversamente dai precedenti che interessano l'intero perimetro della casa.



In una casa realmente smart, in tema di efficienza energetica non possono certo mancare i pannelli solari termici (o collettori solari). Questi, sfruttando le radiazioni solari, sono in grado di trasformarle in energia che viene usata per la produzione di acqua calda sanitaria, soddisfacendo fino al 50% della richiesta in tal senso. Infatti, integrano l'azione della caldaia e riducono, così, il consumo di gas in modo notevole (in estate, è in grado di abbattere addirittura del 90% i consumi relativi all'acqua calda).

Per quanto riguarda quest'ultimo punto, l'ideale sarebbe anche valutare la sostituzione della caldaia tradizionale a combustibile con sistemi più moderni e in linea con il risparmio energetico della casa: una caldaia a condensazione piuttosto che una stufa a pellet, ad esempio, sono un ottimo investimento in questo senso. Inoltre, nel caso si opti per la caldaia, una scelta intelligente è anche quella di installare delle valvole termostatiche in grado di regolare il calore nei singoli ambienti, così da risparmiare al massimo l'energia.

Una parentesi fiscale: detrazioni 2018 per l'aumento dell'efficienza energetica

Per favorire al massimo i lavori in grado di migliorare le prestazioni globali – a livello di efficienza energetica – relative agli edifici, la Legge di Bilancio 2018 prevede che, fino al 31 dicembre 2018, chiunque effettui una spesa per interventi di riqualificazione energetica di un casa possa godere di una detrazione del 65% o del 50%, a seconda che l'operazione interessi rispettivamente l'intero edificio o una singola unità abitativa.



In questo senso, rispetto alle azioni per risparmiare energia descritte nel paragrafo precedente, la suddivisione è così operata: cappotto esterno (la detrazione per questo intervento può salire al 70% in caso interessi un condominio e sia applicato almeno al 25% dell'involucro), coibentazioni delle diverse parti (pareti perimetrali interne e copertura) e installazione di pannelli solari, da un lato, i quali godranno di un'agevolazione del 65%.
La sostituzione di vecchi impianti di climatizzazione con sistemi nuovi dotati di caldaia a condensazione (dove l'efficienza energetica dovrà essere di classe A) è un'eccezione: se abbinata all'installazione di sistemi termoregolanti avanzati, quest'operazione rientrerà a tutti gli effetti nelle detrazioni al 65%; in caso contrario, lo sgravio fiscale sarà limitato al 50%.
Per ultimo, l'intervento relativo alla sostituzione di finestre ed infissi è tra i lavori detraibili al 50%.

Questa detrazione sarà obbligatoriamente ripartita in 10 quote annuali di pari importo, a decorrere dall'anno della spesa effettuata.

Arredo green e risparmio energetico: una casa smart ed ecologica

Per arricchire una casa che punta all'efficienza energetica, quale arredo migliore se non quello green?

Design, complementi e decorazioni all'insegna dell'ecologico possono portare un po' di natura anche all'interno delle vostre abitazioni e, soprattutto, farlo in grande stile.
In questo senso, il re dei materiali sostenibili è il legno che, abbinato alla collocazione di piante da interni per ridurre l'inquinamento elettromagnetico, è in grado di restituire un luogo in grado di trasmettere la presenza di un legame con l'ambiente.
Esistono inoltre tantissimi arredi realizzati senza l'ausilio di sostanze tossiche e che, inoltre, sono biodegradabili. Vediamone qualche esempio.

Per le pareti, in commercio potete trovare vernici atossiche, così da evitare eventuali dispersioni di sostanze chimiche nell'aria, piuttosto che a contatto con la pelle. In alternativa, ci sono vari tipi di carta da parati che non contengono PVC, realizzate con inchiostri ad acqua o fatte di cotone bio al 100%.
Per mobili e pavimenti, come anticipato il legno la fa da padrone – nel caso di pavimenti ecologici moderni sono utilizzate anche varietà particolari come sughero e bambù – e, in entrambi i casi, dovrà essere certificato FSC (Forest Stewardship Council), così da avere sempre traccia della sua provenienza. Naturalmente, l'eventuale verniciatura dovrà esser fatta anche in questo caso con vernici atossiche.
Legno, vetro e ceramica riciclati sono i materiali top per qualunque oggetto di design innovativo e green, spesso acquistabile a prezzi accessibili e realizzato con forme contemporanee.

Il migliore arredo per un risparmio energetico in casa è sicuramente associabile alle scelte di illuminazione. Arredando in ottica di risparmiare energia – quindi sfruttando al massimo la luce naturale, utilizzando colori in grado di riflettere la luminosità dell'ambiente e cercando di lasciare il più possibile liberi gli infissi –, per l'illuminazione la scelta "obbligata" è decisamente quella delle lampade a LED che, rispetto a qualunque alternativa (anche alle lampadine a risparmio energetico), rappresentano la soluzione più ecologica e vantaggiosa. Designer e artisti di tutto il mondo hanno riconosciuto il primato di questa tecnologia e progettano, intorno ad essa, lampade e lampadari moderni con materiali riciclati.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Per concludere: buone pratiche per risparmiare energia e vivere bene

In ogni casa a risparmio energetico bisognerebbe seguire alcune regole banali ma molto importanti non solo per risparmiare energia ma anche per vivere meglio e in maniera più etica. A noi non costa nulla, ma per la Terra potrebbe essere determinante:

  • ACQUA: quando ci laviamo i denti, evitiamo di far scorrere l'acqua ma limitiamoci ad aprire il rubinetto per lo stretto necessario. Lo stesso vale per lo scarico del water. Per ultimo, preferiamo la doccia al bagno nella vasca;
  • CALORE: una temperatura della casa sui 19° è sufficiente, evitando anche eventuali malanni dovuti allo sbalzo termico. Spurgare l'aria dai radiatori per non far lavorare inutilmente i termosifoni. Tenere le tapparelle abbassate durante la notte per limitare gli spifferi d'aria e le dispersioni verso l'esterno attraverso i vetri;
  • ELETTRICITÀ: assicurarsi di spegnere apparecchi elettrici come macchinette del caffè, stereo televisione ecc. dopo l'uso, evitando di lasciarli in stand-by. Staccare il frigorifero dal muro, così da permettere la circolazione dell'aria e un raffreddamento migliore dell'elettrodomestico. Caricare sempre al massimo lavatrice e lavastoviglie, evitando di avviarle quando non sia necessario.

Questi sono alcuni dei consigli più semplici e pratici per partire col piede giusto sulla strada dell'efficienza energetica. Riflettete sulle possibili soluzioni per ottenere un considerevole risparmio energetico in casa poiché è realmente importante che ciascuno s'impegni in questo senso. Solo così, combattendo su un fronte comune, potremo ottenere ottimi risultati e contribuire alla salvaguardia dell'ambiente.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse