Mobili Design Occasioni Mobili Classici Occasioni

Instagram facebook cerca Menù
  1. NegoziMobiliDesign
  2. MagaDeSign
  3. Tendenze
  4. Arredamento vintage moderno: come abbinare i due stili

Tendenze

Arredamento vintage moderno: come abbinare i due stili

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Visitando negozi e fiere dedicate allo stile retrò, hai trovato arredi che ti hanno conquistato ma non sai come inserirli all'interno della tua casa dal design moderno? Desideri alcuni consigli pratici per creare un arredamento moderno con elementi vintage ben integrati, per un effetto finale armonioso e d'impatto? Questo articolo ti aiuterà a creare il tuo progetto d'interior design, grazie a semplici ed efficaci indicazioni. Scoprirai come abbinare i due stili trovando il giusto equilibrio. D'altronde, non si finisce mai di arredare la propria casa e di migliorarla con continue piccole accortezze. Naturalmente è importante evitare un miscuglio confuso di colori. Prenditi alcuni minuti e immergiti nel nostro articolo, così da trovare spunti e idee per il tuo arredo vintage:

Arredamento vintage e moderno: quali colori scegliere

Sai qual è il primo vero consiglio da seguire per un arredo vintage ma al contempo moderno? Ma è semplice, seppur possa sembrare inizialmente un po' banale: osserva la tua casa, impara a capire cosa ti piace e cosa non ti soddisfa pienamente. In questo modo capirai quali elementi sono effettivamente da migliorare. Segnati quali sono i colori principali presenti all'interno delle varie zone della casa e individua in quali angoli potresti inserire un dettaglio o un mobile vintage. Sicuramente i colori neutri e pastello sono perfetti per mixare arredi moderni e vintage, proprio perché non richiamano nessuna epoca storica precisa e permettono agli arredi di risaltare all'interno dell'intero contesto abitativo. Desideri utilizzare colori saturi o scuri? Ricordati di effettuare una scelta in modo oculato. Potresti agire in questo modo: riprendi lo stesso colore già presente nel divano, in un tono più chiaro, oppure scegli un colore che richiami quello del pavimento. È fondamentale mantenere un'armonia e una continuità cromatica, accostando i colori con moderazione. Se un singolo schema cromatico resta sempre la scelta migliore, nulla vieta, per l'arredamento vintage, di inserire due colorazioni prevalenti, come verde giungla o blu ardesia.

Arredamento moderno e vintage: scegli lo stile vintage che preferisci

Quando parliamo di stile vintage, ovviamente, ci riferiamo ad un gruppo contenente a sua volta molti sottostili, i quali identificano determinati decenni storici e specifici riferimenti culturali. Per questo motivo è importante identificare lo stile vintage che più rispecchi i tuoi gusti in fatto di arredamento. Perché è importante definire lo stile vintage che si desidera inserire all'interno del proprio arredamento stile moderno? È fondamentale per decidere quali materiali, tessuti e colori saranno da prendere in considerazione. Il segreto per ottenere un risultato eccellente? Il trucco è quello di giocare su un sapiente accostamento di materiali. Uno stile caratterizzato da numerosi materiali naturali in finiture poco trattate, starà molto bene con materiali dallo stile industriale e dai colori scuri.

Stile Vintage e moderno: dimensioni e spazio

Hai scelto lo stile vintage che più preferisci e hai definito la palette di colori. Il passo successivo? È sicuramente quello di capire quanto spazio si ha a disposizione per inserire singoli arredi vintage, composizione e accessori. Prendi il metro e inizia a prendere le misure di ogni cosa, in maniera tale da individuare le zone libere della casa perfette per lo scopo. Ciò ti permetterà di creare uno schema mentale grafico della tua casa. Ti consigliamo di non riempire tutto lo spazio al millimetro, ma di lasciare qualche centimetro d'aria fra gli arredi. Inoltre, intorno ai mobili è sempre bene che ci siano dei corridoi di passaggio larghi abbastanza così da permettere lo svolgimento delle varie attività in modo confortevole. Ricorda che gli arredi della misura sbagliata faranno sembrare la tua stanza ancora più piccola o ancora più vuota di quello che realmente è.

Antiquariato di grandi dimensioni in spazi ridotti

Desideri dare ad uno spazio ridotto un effetto ottico di maggiore grandezza? Potresti scegliere, per esempio un antico scrittoio di grandi dimensioni in rovere inglese o un divano a forma discoidale in stile anni '50. Infatti, giocando con le proporzioni oversize dei mobili vintage, otterrai un effetto di grandiosità all'interno della stanza di piccole dimensioni.

Moderno e vintage: il tocco di stile

Esiste un altro consiglio per integrare alla perfezione arredamento vintage e moderno: concentrati su una zona della casa dal look contemporaneo. Un esempio: una cucina minimal e dalle linee semplici acquisirà personalità se affiancata ad una credenza antica. In questo modo riuscirai a creare un armonioso equilibrio tra i due stili, senza stravolgere l'arredamento già presente.

Tessuti vintage per completare le stanze

Un ultimo tocco di stile? Trasforma il tuo salotto donando allo spazio un look accogliente. Come fare? Inserisci nelle stanze vari tessuti vintage. Scegli tappeti persiani fatti a mano, tappeti e tessuti animalier, così da aggiungere un tocco di colore ricco di personalità. Al contrario, nel caso tu abbia arredi più appariscenti, punta su tessuti neutri e monocromi.

Combinare l'arredamento vintage e moderno significa evitare i contrasti eccessivi e realizzare un interior design equilibrato, sempre in linea con il tuo stile personale. Questi sono i semplici consigli da seguire per far sì che il tuo arredamento sia sempre di tendenza e perfetto in ogni dettaglio.

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Tendenze
potrebbe interessarti anche

magazine dettaglio