Mobili Design Occasioni Mobili Classici Occasioni

Instagram facebook cerca Menù
  1. NegoziMobiliDesign
  2. MagaDeSign
  3. Tendenze
  4. Dalla campagna alla città: idee per l'arredamento rustico

Tendenze

Dalla campagna alla città: idee per l'arredamento rustico

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Immaginate di avere la fortuna di trascorrere del tempo in un caratteristico rifugio di montagna. Oppure ancora di passare un sereno fine settimana in un cottage in collina. Svegliarsi presto la mattina, aprire la finestra e incrociare le braccia appoggiandole sul davanzale in legno. Fare un respiro profondo, a occhi chiusi, inalando l'aria fresa e pulita e sperimentando una sensazione di relax e connessione con la natura. Le distese di prati verdi, i campanacci del bestiame al pascolo, il frusciare dei rami e delle foglie, i rumori della natura che riecheggiano dai boschi, l'aria fredda ma rigenerante che soffia dalle vette innevate, salendo su verso i valichi e tornando giù dai pendii.

E se si potessero trasformare tutte queste percezioni sensoriali in qualcosa di tangibile? Quanto sarebbe bello poter trasportare questo immaginario nella propria casa o nel proprio appartamento? Grazie all'arredamento in stile rustico tutto questo diventa possibile. Come un'abitazione storica, rustica e datata può essere arredata in stile moderno, una casa moderna può essere trasformata in un ambiente rustico profumato di legno d'abete. E lo si può fare ovunque. Sia che si abiti in una metropoli, sia che si viva già in una casa di campagna o in una piccola cittadina.

Vuoi scoprire come arredare la tua casa in perfetto stile rustico, portando la natura e la tradizionalità genuina degli arredi di un tempo all'interno delle tue mura? In questo articolo puoi trovare informazioni, consigli e indicazioni su come trasformare i tuoi spazi quotidiani in un caldo, o fresco, rifugio di montagna.

  1. Stile rustico: autentico o moderno?
  2. Quali materiali sono tipici per l'arredamento rustico?
  3. Soggiorni rustici: come arredare in stile
  4. Idee per l'arredamento di una cucina rustica
  5. Bagno e camera da letto in stile rustico
  6. Articoli consigliati

Stile rustico: autentico o moderno?

Cosa vuol dire stile rustico?

Si tratta di una tendenza di arredo che gioca tutto sulla semplicità, sullo stato grezzo dei materiali naturali e sulla presenza imponente dei pezzi di arredi, siano essi tavoloni, letti o credenze. È lo stile tipico delle case in montagna, dei rifugi, degli chalet, oppure ancora dei cottage in collina e delle fattorie, luoghi in cui le persone dovevano arrangiarsi con ciò che la natura sapeva donare.

Il rustico negli ultimi anni ha riscontrato sempre più successo, entrando nelle abitazioni dagli ambienti più diversificati e diventando una vera e propria moda. Un modo per combinare lo stile e i materiali tradizionali di mobili e arredi con un'abitazione dalla struttura moderna, anche dallo stile urban. L'arredamento in stile rustico è adatto per tutte le case? E perché mai non dovrebbe? Lo stile di arredo non viene dato dalla struttura architettonica della casa in sé. Sia essa vista dall'esterno o dall'interno. Lo stile viene bensì reso dai materiali, dalle forme e dalle percezioni tattili e olfattive che i mobili rustici sono in grado di sprigionare. Ma non esiste una sola versione di arredamento rustico. Il concetto nella sua espressione più pratica può essere scisso in due varianti: rustico originale o autentico e rustico moderno. Queste dipendono sostanzialmente dalla conformazione formale e materiale dei mobili.

Stile rustico autentico

Partendo dal presupposto che il materiale principale è chiaramente il legno, il rustico originale o autentico presenta arredi, mobili e complementi prodotti interamente a mano da falegnami esperti con tecniche di lavorazione artigianale. Pezzi unici in legno massello realizzati su misura oppure ricavati da vecchi mobili restaurati e riabilitati da una seconda vita. Essendo creati artigianalmente partendo da grandi blocchi di legno, queste tipologie di arredi sono spesso contraddistinte da imperfezioni che ne esaltano le qualità estetiche. Fessure, tagli, nodi, forme irregolari tipiche della materia prima. Un chiaro esempio di come spesso i difetti possano in realtà rivelarsi dei pregi. Inoltre, le dimensioni imponenti, la solidità e la robustezza dei mobili sono sicuramente tratti distintivi di grande importanza. Le tonalità del legno sono più scure, così come possono esserlo le pareti dell'abitazione che le ospita. Nel rustico originale il contrasto di colori chiaro-scuro non è poi così rilevante. Ecco, in pratica, come tramutare una casa moderna di campagna in una casa rustica di montagna.

Arredamento rustico moderno

Il rustico moderno è una rivisitazione contemporanea. Uno stile in cui l'essenzialità della natura, l'innovazione e la modernità si combinano armoniosamente con la spontaneità genuina della tradizione. Si tratta di una variante più raffinata e meno grezza dello stile rustico. Mobili e arredi presentano superfici lisce, levigate, piallate, libere da qualsiasi tipo di imperfezione. Una sorta di goduria tattile che sprizza leggerezza naturale. Inoltre, sono caratterizzate da dimensioni più contenute, linee nette e precise. Le tonalità sono più tenui, così come le colorazioni delle pareti. Qui sì, il contrasto cromatico diventa rilevante. Per i muri delle abitazioni più moderne vengono spesso scelte nuance chiare e neutre, sempre vicine al bianco o al beige. Questo secondo filone dell'arredamento rustico non può essere banalmente definito come un modo per abbinare due universi contrapposti, ma come la volontà di creare un casolare rurale moderno e raffinato nel contesto urbano di una grande città.

Quali materiali sono tipici per l'arredamento rustico?

Tra i materiali che dipingono il quadro dello stile rustico, come già è stato anticipato, il legno è senza ogni ombra di dubbio la materia prima principale. Per quanto riguarda il rustico autentico, le varietà predilette sono il legno di pino, di noce, di rovere, il castagno o il larice. Queste essenze di legno, oltre a impregnare gli spazi domestici con un'aura tradizionale, consentono di ideare e realizzare mobili e complementi robusti. L'unica piccola pecca risiede nella logistica. Spostare questi arredi non è molto semplice, per via delle ampie dimensioni e, soprattutto, a causa del peso tutt'altro che leggero. Compensano però questo piccolo difetto con una durevolezza altamente longeva nel tempo.

Anche nello stile rustico moderno il legno regna sovrano, ma in diverse sfumature. Innanzitutto, si prediligono essenze come il legno di abete, di acacia, di mango, pino massiccio e paulownia. Di modo da rendere più leggere questi prodotti, anche i processi di lavorazione adottati sono differenti. La produzione industriale restituisce arredi più leggeri e formalmente puliti che vengono combinati con truciolato, compensato, impiallacciato, pannelli in fibra di legno pressata e recuperi di scarto legnoso.

Come in qualsiasi tendenza di arredo, anche in questo caso ci sono altre essenze materiche che ne definiscono il carattere. In questo frangente non diventa più necessario distinguere tra rustico originale o autentico. Si può bensì ragionare su un singolo binario, dato che le finiture che si alternano al legno rientrano in entrambe le tendenze.

Oltre al legno, dunque, sono altri i materiali inclusi nel rustico. Uno molto importante è indubbiamente la pietra, utilizzata per le pareti, per i corrimani o per fare da base ai tradizionali camini a legna. Altra variante tipica dei muri e delle strutture portanti di stufe e caminetti sono i mattoni della classica colorazione rossiccia o il cotto.

Spesso poi, nella produzione artigianale dei pezzi di mobilio, il legno viene combinato con il ferro. È questo il caso di tavoli, sedie, madie o cassapanche che presentano gambe, piedini, cerniere o sostegni in ferro o acciaio. In finiture similari vengono anche realizzate le tipiche lampade con calotte in ferro battuto, lampade da tavolo, sgabelli da bar o attaccapanni. Per gli accessori decorativi da parete è invece indicato scegliere vecchio pentolame in rame, una decorazione rustica in vimini, paglia o rattan, tessuti da parete e tappeti in fibra grezza e naturale.

Soggiorni rustici: come arredare in stile

Per prima cosa bisogna capire da che parte si sta. Ovvero, dove si è orientati. Quindi decidere quali tipologie di mobili e arredi scegliere in base alla necessità di arredare in stile moderno o tradizionale. Perché i mobili sono simili e fatti di materiali provenienti dalla stessa macro-famiglia, ma lavorati, trattati e perfezionati in modi differenti.

Una volta comprese queste differenze, si può procedere con la pratica. Per creare un soggiorno in stile rustico o una zona living è bene scegliere un tavolone in legno massiccio con sedie abbinate da completare con un robusto giro panca o con sgabelli da bar. Nella zona centrale del soggiorno è ideale uno spazioso divano o divano letto con base in legno di abete e impreziosito da voluminosi e morbidi cuscini che allietano i momenti di riposo. Di fronte, starebbe benissimo un tavolino d'appoggio con dinnanzi un mobile porta Tv, ancora una volta in legno di abete o di noce, dotato di ante e ripiani per oggetti e soprammobili. Affianco ad un rustico caminetto in pietra, sarebbe perfetta una poltrona in finta pelle di animale o una simpatica sedia a dondolo intrecciata.

Per gli amanti dei mobili imponenti, ma raffinati, una cristalliera per l'archiviazione di bicchieri e piatti da servizio, oppure una grande libreria componibile, ideale per organizzare lo spazio living con ordine, rigore e pulizia visiva.

Per rendere la stanza ancor più tradizionale, basta aggiungere un ulteriore tocco di elementi naturali. Via libera, dunque, a palchi di cervo, teste di orso o cinghiale IN LEGNO, decorazioni in vimini alle pareti, casse panca in larice, pouf rivestiti in pelle o tessuto e tappeti in rattan, cotone, juta, finte pellicce e lana a pelo corto o lungo.

Idee per l'arredamento di una cucina rustica

Clicca sulla foto per scoprire questo progetto eseguito da un arredatore presente su NegoziMobiliDesign

Come ogni cucina che si rispetti, anche quella arredata seguendo le tendenze più rustiche, deve sì rispettare dei canoni estetici ben definiti, ma deve allo stesso modo espletare le funzionalità pratiche di un ambiente di lavoro culinario pensato con equilibrio.

Per cominciare, le pareti. Ideali sono quelle realizzate in muratura, perfette per rendere al meglio la connessione tra l'interior design dell'abitazione e l'ambiente che la circonda dandole quel tocco ancestrale. Ricreare muri di questo tipo, magari aggiungendo delle travi in legno a soffitto o elettrodomestici ad incasso nella pietra, aiuterà a rendere più rurale e genuino l'aspetto della casa nel suo colpo d'occhio complessivo.

Anche la palette cromatica gioca un ruolo importante nella conformazione visiva della cucina. A prevalere devono essere i colori tenui come bianco, beige, marroncino chiaro, color sabbia. Insomma, cromie coerenti con le colorazioni chiare del legno, che vengono accentuate ancor di più dalla luce naturale. Quindi, dotare la cucina di ampie finestre può essere una soluzione estetica e pratica davvero ottimale. Soprattutto se la luce stessa si irradia nei punti strategici dello spazio come possono essere i piani di lavoro.

I piani di lavoro in resistente legno di ciliegio o ebano del rustico originale possono essere sostituiti da piani in marmo o laccati, che permettono di avvicinarsi al rustico moderno. Al centro della cucina, se sprovvista di isola o penisola, un tavolone in legno massiccio, funzionale e con abbinate sedie in paglia o raffinate sedie di design dello stile che meglio si sposa con le finiture e la palette cromatica del tavolo stesso. Anche qui, come nella zona living, c'è la possibilità di dotare il tavolo di un giro panca capiente e spazioso, adatto ad ospitare una famiglia numerosa che si ritrova insieme per cena.

Per completare la visione panoramica sulla cucina, è bene anche descrivere brevemente i pezzi di mobilio che la vanno a perfezionare. Frequenti e molto comuni le basi con spesse ante intagliate, incise o decorate, impreziosite da top laminati, in legno di pino o diverse altre finiture e ampi cassettoni a maniglia. E poi ancora credenze e mobili a sospensione con cappa integrata e nascosta dietro a pannelli in legno, ripiani spessi e robusti, cassettiere e raffinate cantinette per bottiglie. Se poi si ha bisogno di dare un ulteriore taglio rustico dettagliato all'ambiente, si possono aggiungere rastrelliere in ferro battuto per appendere utensili da cucina, assi per il taglio e l'affettatura degli alimenti, panni ricamati per l'asciugatura e la pulizia delle stoviglie o tazze da caffè per la colazioni.

Bagno e camera da letto in stile rustico

Clicca sulla foto per scoprire questo progetto eseguito da un arredatore presente su NegoziMobiliDesign

Altri due ambienti che si prestano perfettamente ad essere arredate in stile rustico sono la camera da letto e la zona bagno.

Camera da letto rustica

La zona notte organizzata seguendo questa tendenza presenta idealmente uno spazioso letto con base e testiera in legno, dotato possibilmente di un ampio contenitore. Le lenzuola in cotone o seta di colorazioni tenui e tendenti al bianco con “cuscineria” soffice e voluminosa danno poi quel tocco di eleganza sopraffina ad un ambiente solo apparentemente grezzo. Mentre i letti a castello sono la soluzione che più si presta a creare una stanza da letto comoda e funzionale per i più piccoli, garantendo l'ottimizzazione massima dello spazio. Ai piedi dei letti, possono poi risultare estremamente funzionali panche e cassapanche.

Ideali da inserire in questo spazio anche armadi ad anta battente o scorrevole, ancora una volta realizzati in legno e dalle dimensioni imponenti. Adatti alla zona notte sono ovviamente cassettiere e comodini, adagiati su tappeti grezzi in fibra naturale a loro volta poggiati su pavimenti in parquet.

Bagno rustico

Il bagno è forse la stanza più complessa da trasformare in un ambiente rustico, ma è comunque possibile farlo, ancora una volta grazie al legno. In quest'ottica sono eleganti e incredibilmente pratiche le colonne armadietto dotate di spazio di archiviazione per medicinali, prodotti per la cura del corpo e oggetti per la pulizia personale. Stesso discorso per quanto riguarda i pensili a giorno e i mobili da bagno sospesi.

Se poi si vuole fare di più e accentuare il rustico all'ennesima potenza, lo si può fare trasformando il box doccia, dandogli la parvenza di una cascata amazzonica. Come? Piastrellando le pareti con pietra, finta pietra oppure con un rivestimento in grès porcellanato, una ceramica spessa, dura e compatta non porosa. Una perfetta combinazione di arredi rurali e soluzioni moderne.

Articoli consigliati

Questo articolo ha smosso il tuo interesse? Ti ha portato a prendere in considerazione lo stile di arredamento rustico o a scoprirne di nuovi? Leggi anche gli altri interessanti articoli presenti sul nostro MagaDesign e scopri un'infinità di curiosità riguardanti le tendenze di arredo più di moda e le combinazioni di elementi più suggestive.

  1. L'incanto retrò: Idee per arredare la tua casa ispirandoti agli anni '70
  2. Come arredare un ambiente con uno stile metropolitano contemporaneo
Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Tendenze
potrebbe interessarti anche

magazine dettaglio