Mobili Design Occasioni Mobili Classici Occasioni

facebook cerca Menù
  1. NegoziMobiliDesign
  2. MagaDeSign
  3. Arredamento green
  4. Arredo eco-friendly per la casa dei tuoi sogni

Arredamento green

Arredo eco-friendly per la casa dei tuoi sogni

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

L'ambiente ci sta sempre più a cuore, siamo attenti agli sprechi, all'inquinamento e anche nelle nostre case siamo inclini a preferire un arredo eco-friendly che ci permetta di vivere bene, circondati dagli oggetti che amiamo e in armonia con l'ambiente.

Anche quando si arreda la propria casa, il rispetto per la natura diventa sempre di più un valore fondamentale: un arredamento ecologico prevede mobili realizzati con materiali a basso impatto, ma anche suppellettili costruite recuperando scarti industriali o vecchi arredi dismessi.
L'attenzione si rivolge anche alle vernici, rigorosamente atossiche, e alle piante, scelte anche in base alle loro proprietà di assorbimento di anidride carbonica e altre sostanze inquinanti che possono concentrarsi nelle nostre case.

L'arredamento ecologico fa bene alla salute del fisico, ma anche a quella dello spirito. I colori del legno, della pietra e dei tessuti naturali regalano serenità. Contribuiscono all'armonia dell'ambiente, sono abbinabili a colpo d'occhio e danno vita a una scala cromatica senza soluzione di continuità.

Un arredo eco-friendly è una scelta di stile ma anche di vita, perché permetterà di godere al meglio di tutto gli ambienti della casa, senza rinunciare ai mobili e agli accessori che ci piacciono di più.

Arredo eco-friendly fai da te

Negli ultimi anni la parola "ecodesign" " è diventata sinonimo di uno stile in armonia con il rispetto per l'ambiente, il riciclo, la realizzazione di accessori ed elementi d'arredo partendo da prodotti di scarto o materiali non inquinanti. Gli oggetti vengono reinterpretati per un nuovo utilizzo. Sono sottoposti a processi di rigenerazione che spesso danno vita a un vero e proprio cambiamento nelle forme e nelle funzioni.

Accessori e complementi d'arredo vengono progettati sulla base dello studio del ciclo di vita dei vecchi oggetti. Il punto di partenza consiste nel comprendere come possono essere nuovamente utilizzati per dare vita a mobili duraturi, resistenti e di qualità.

Anche la scelta dei mobili da realizzare partendo da materiali di scarto o riciclati deve basarsi sullo stile che decidiamo di dare alla nostra casa.
Se, ad esempio, prediligiamo uno stile rustico, sono perfette le poltrone e i tavoli realizzabili recuperando pallet e bobine in legno da restaurare e trattare con vernici atossiche e, anch'esse, attente all'ambiente.

Per uno stile industrial chic invece, sono perfetti vecchi mobili recuperati da contesti industriali, come vecchi schedari trasformati in capienti e affascinanti cassettiere.

Chi ama il vintage, invece, troverà il suo modo di realizzare un arredo ecologico andando per mercatini e scovando oggetti di pregio provenienti dalle case degli anni Cinquanta o Sessanta che possono essere inseriti in una casa moderna creando effetti di grande piacevolezza.

Altre espressioni dell'arredamento ecologico

Tuttavia arredamento ecologico non significa solo recupero, ma soprattutto puntare su prodotti certificati, perfetti per arredare case, appartamenti e giardini e, soprattutto, progettati nel pieno rispetto delle normative europee sulla sostenibilità e il riciclo.

Nell'ambito dell'arredo eco-friendly si distinguono tre filoni principali: perché un complemento d'arredo possa essere definito "ecologico" è necessario che i designer e le aziende di produzione seguano almeno uno dei tre stili di sostenibilità.

Il primo filone dell'arredamento green: Zero Waste Design

Il primo filone è rappresentato dallo Zero Waste Design, ossia uno stile caratterizzato da progetti a rifiuti zero, cioè progetti che non determinano la produzione di rifiuti. Si tratta di un approccio al design che permette di creare oggetti riciclando elementi precedentemente scartati. In questo modo, si dà vita a materiali innovativi, spesso caratterizzati da elevate caratteristiche tecniche.

Nell'home design questo filone viene utilizzato soprattutto per la realizzazione di lampade di design. Artigiani e designer di grande maestria danno nuova vita a oggetti che sarebbero finiti nella spazzatura. Mantenendo forme e caratteristiche del materiale iniziale, si creano nuovi stili di illuminazione: bottiglie in vetro, lattine, vasi e anche cartoni da imballaggio possono rappresentare la scenografia di un'ottima illuminazione sostenibile di design che coniuga eleganza, qualità, stile e rispetto per l'ambiente.

Il secondo filone dell'arredamento green: Upcycled Materials

Il secondo filone del design sostenibile è quello degli Upcycled Materials, cioè materiali che vengono trasformati in nuovi elementi per arredare la casa. Il punto di partenza è il recupero di oggetti rotti, che per il senso comune andrebbero abbandonati in una discarica. Ma lo stile degli Upcycled Materials affronta la sfida di ridare nuova vita ai materiali poveri, rovinati, ai prodotti difettosi e ormai danneggiati. Siamo alla frontiera dell'arredamento eco-friendly, dove il gusto si trasforma per abbracciare i valori del rispetto dell'ambiente e dell'armonia con la natura che ci circonda.

L'approccio Upcycled materials è molto vicino a quello Zero Waste, in entrambi i casi l'obiettivo è produrre arredamento ecologico seguendo i più ati standard del design partendo da materiali di scarto. In questo caso, però, il focus è proprio sulla nuova vita che potrebbero avere oggetti dimenticati che, trovando nuove funzioni, anche molto diverse da quelle per cui erano nati, diventano parte essenziale di un arredo eco-friendly di alto livello, che arricchisce la casa e la rende più piacevole da vivere.

I prodotti eco-compatibili così realizzati sono spesso in vetro: vengono prodotti bicchieri, caraffe, lampade e altri oggetti utili per la casa.

Il terzo filone dell'arredamento green: Low Impact Living

Il terzo filone del design sostenibile è probabilmente il più comune, il Low Impact Living. È uno stile caratterizzato dalla scelta di prodotti eco-compatibili, cioè realizzati con materiali a impatto zero sull'ambiente. Il Low Impact Living propone complementi d'arredo realizzati con vernici e colle naturali e lampade a basso consumo energetico. Si avvale di modalità di costruzione e realizzazione che rispettano tutte le normative europee sulla sostenibilità ambientale. Questo filone permette di selezionare un gran numero di complementi d'arredo per dare vita a un arredo eco-friendly in piena regola.

Arredamento in legno ecologico per rispettare la natura

L'ecodesign impone un primo e fondamentale passo: bisogna scegliere i materiali giusti. E il legno la fa sicuramente da padrone in tutti gli spazi domestici: in camera da letto, in cucina e in soggiorno.

Per un arredamento in legno ecologico è bene preferire il massello ed evitare, invece, tutte le tipologie di "finto-legno" realizzate con carta melamminica oppure il legno pressato: si tratta, infatti, di lavorazioni che richiedono spesso l'utilizzo di formaldeide, uno degli agenti inquinanti più presenti nelle nostre case.

L'ideale, dunque, è scegliere il legno massiccio, che non ha bisogno di troppe lavorazioni per poter essere utilizzato o, in alternativa, optare per mobili a minor emissione di formaldeide, contraddistinti dalla sigla E1, e quelli senza formaldeide, con la sigla FF.

L'arredamento è davvero eco-friendly quando si cura anche di una serie di particolari e dettagli, tra cui l'uso di colori e collanti biodegradabili e senza additivi chimici.

L'arredamento in legno naturale predilige abete, castagno e larice di provenienza certificata che possono essere lasciati grezzi oppure rifiniti con resine naturali.
Per avere la garanzia della massima sostenibilità, occorre rivolgersi ad aziende che utilizzano solo legno certificato, cioè proveniente da coltivazioni appositamente studiate, che non sono frutto di deforestazione.

Se lo stile della nostra casa lo prevede potremmo optare per un arredamento in legno naturale di bambù, un materiale estremamente flessibile e resistente con cui si realizzano una vasta gamma di arredi, tra cui le sedute a uovo da appendere al soffitto, perfette per creare dei veri e propri angoli relax, ma anche tavoli, scrivanie e sedie leggere e facilmente spostabili per adattare la disposizione degli arredi a ogni circostanza.

L'arredamento in legno ecologico lascia ampio spazio alla fantasia e si adatta ai diversi stili: ampi armadi in legno massello naturale in camera da letto si abbinano alla perfezione a librerie spaziose in soggiorno, così come tavoli e sedie realizzati secondo gli standard dell'eco-design renderanno la cucina confortevole e raffinata.

Se scegliamo per la nostra casa un arredamento in legno naturale sarà bene abbinarci tessuti come il cotone, il lino, la canapa o altre fibre di origine vegetale.

L'arredamento ecologico per bambini

Se pensiamo a un arredo eco-friendly per la nostra casa a maggior ragione dovremmo fare questa scelta per la cameretta dei più piccoli.

Per creare la cameretta che ospita i riposini, i giochi e i momenti di apprendimento sarà bene orientarsi verso un arredamento ecologico pensato per i bambini, realizzato con materiali naturali, senza collanti né vernici tossiche con cui i nostri bimbi potrebbero venire facilmente in contatto giocando o esplorando il mondo. In questo modo, si ha una garanzia in più per la tutela della salute dei più piccoli.

Culle e lettini ecologici in legno danno calore all'atmosfera della stanza e assicurano un ambiente sano perché non danno luogo ad alcuna emissione inquinante. Anche per l'arredamento ecologico per bambini il legno massello è il materiale migliore: garantisce un buon isolamento termico e un'ottima resistenza e, inoltre, se si opta per i legni dalle tonalità chiare, sicuramente crea un ambiente rilassante e favorevole al riposo

Per completare la cameretta con un buon arredamento ecologico per bambini, possiamo realizzare delle decorazioni murali atossiche, sia in vernice che in stickers, con cui ravvivare l'ambiente.

L'arredo eco-friendly in soggiorno

Scegliere l'arredamento ecologico per una stanza importante della casa come il soggiorno significa optare per un'atmosfera molto naturale, creata ad hoc grazie al legno grezzo delle varie tonalità, ma anche a tessuti come cotone, lino o canapa.

Il pavimento in parquet o in marmo è lo sfondo perfetto su cui progettare un soggiorno dall'arredo eco-friendly. L'abbinamento di diverse tonalità cromatiche della scala del marrone crea atmosfere particolari, più distese nel caso si scelgano colori chiari, più decise se la preferenza ricade sui toni scuri, robusti e assertivi.

In questo contesto sicuramente non può mancare un bel divano realizzato secondo i dettami del design eco-friendly, realizzato con materiali e procedure a basso impatto sull'ambiente, o meglio, a impatto zero.

Per avere un prodotto rispettoso dei principi della sostenibilità ambientale, l'intelaiatura deve essere realizzata in legno massello oppure con tubolare metallico. Nel primo caso, si usano le essenze di abete, faggio, pioppo, talvolta il truciolato, ma solo per articoli molto economici. Nel secondo caso, viene spesso usato l'alluminio, facile da reperire ed ecologico.

Per quanto riguarda l'imbottitura e il rivestimento, invece, i materiali migliori sono il cotone certificato e il poliuretano espanso indeformabile, considerato polimero ecologico perché prodotto senza clorofluorocarburi.

Arredamento ecologico in camera da letto

In camera l'arredamento ecologico favorisce il buon sonno perché è del tutto privo di sostanze nocive. Ci sono molti fattori da prendere in considerazione quando si desidera allestire una stanza secondo le norme dell'ecodesign.

I letti ecologici in legno massello sono una presenza indispensabile, senza colle sintetiche e coloranti chimici. Dello stesso materiale è bene siano anche librerie, armadi cassapanche e comodini. Per rendere completa una stanza con letti ecologici in legno, i materassi ecologici rappresentano la scelta migliore per assicurare spazi sani dove dormire bene. Sono realizzati in fibre naturali, come bambù, canapa oppure cotone. Come tutto l'arredo eco-friendly, anche i materassi ecologici devono essere corredati di certificazione specifica che attesta l'autenticità del prodotto.

Prima di scegliere i complementi d'arredo ecologici è consigliabile dipingere la camera con vernici atossiche costituite di coloranti naturali che garantiscono la stessa resa delle vernici comuni.

Occorre prestare massima attenzione alla scelta delle lampadine e dell'illuminazione che favoriscano il risparmio energetico. Ridurre i consumi permette di risparmiare sulle spese complessive della casa e allo stesso tempo è una pratica rispettosa delle risorse ambientali.

L'armadio ecologico ideale per la stanza dove si riposa è in legno massello o lamellare, dipinto con vernici ecocompatibili, privo di viti e bulloni, assemblato tramite incastri.

In ogni stanza della casa, dunque, è possibile fare delle scelte di arredo eco-friendly che ci permetteranno di vivere in un ambiente esteticamente piacevole, accogliente e privo di rischi per la salute e per la natura.

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Pinterest

Iscriviti alla newsletter
Rimani aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Arredamento green
potrebbe interessarti anche