ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Progettare gli spazi

Cucine con snack? Ecco tutti i vantaggi.

La cucina è uno degli angoli della casa più vissuto in assoluto. Per tale ragione, quando si è alle prese con l'acquisto dell'arredamento di questo ambiente bisogna assolutamente tenere conto di tutte le variabili. Una cosa è certa: la cucina con snack è la soluzione migliore per ogni genere di casa, sia che si tratti di un appartamento che di una soluzione abitativa ampia e spaziosa. Ma vediamo di scendere più nel dettaglio e di capire quali sono tutti i vantaggi della cucina snack.

Cucina snack: ecco perché sceglierla

Come anticipato, la cucina con penisola è una delle alternative preferite da tutti. Sono davvero in moltissimi, infatti, ad apprezzare questa soluzione. Senza alcun dubbio, si tratta di un'alternativa nata principalmente per gli open space ma utilizzata anche in altri contesti. Come è facile intuire, la cucina a penisola offre la possibilità di ottimizzare ogni genere di ambiente al fine di gestire al meglio gli spazi. Ciò può fare molto comodo a chi vive una casa medio piccola ma anche a chi, pur avendo molto spazio a disposizione, vuole arredare la propria abitazione in maniera chic ed elegante. A tale riguardo, è interessante precisare che le alternative sono moltissime e che, ad esempio, si ha anche la possibilità di dotare le cucine con snack con moltissimi accessori. In alternativa, si può scegliere di optare solo ed esclusivamente per la penisola, scegliendo la versione più frugale e moderna. Insomma, per quanto riguarda la composizione non c'è che l'imbarazzo della scelta. Vediamo, invece, di capire cosa compone la cucina con snack. In prima istanza, bisogna tenere conto del fatto che in una cucina snack devono essere presenti sia il piano cottura che un lavello. Ciò per rendere molto più semplice e rapida la preparazione di ogni pasto. Una parte, invece, deve rimanere totalmente libera in modo tale da poter essere utilizzata come tavolo. Il bancone è perfetto sia per un pasto veloce che, ad esempio, per la colazione. Per quanto riguarda, invece, la forma, bisogna principalmente tenere conto dell'arredamento della casa. La scelta è, in linea di massima, tra le linee morbide o quelle squadrate. Ciò che più conta in questo caso, comunque, è il gusto personale. Dare un consiglio in questo senso rischia di essere del tutto controproducente.

Cucine snack: le alternative sul mercato

Per quanto riguarda le alternative sul mercato, è utile precisare che le varietà sono a dir poco numerose. Basti pensare, ad esempio, alle cucine con snack Ernestomeda. Tali cucine, oltre ad essere curate nei minimi dettagli, rappresentano un vero e proprio valore aggiunto per tutti coloro che hanno deciso di rendere la propria cucina un ambiente confortevole e, allo stesso tempo, particolarmente funzionale. Prima di procedere con l'acquisto, la cosa migliore da fare è quella di progettare nel dettaglio l'ambiente. Ciò vale principalmente nel caso in cui non si avesse a disposizione molto spazio. In questi casi, bisognerà riuscire a gestire al meglio le basi della sezione che dovranno essere montate in maniera parallela alla penisola. Chi è alla ricerca di una soluzione per risolvere il problema degli spazi dovrebbe optare per la versione con un solo piano, puntando sulle rifiniture. In linea di massima, poi, l'altezza non dovrà superare i 90 cm. Una simile altezza necessita, poi, di sgabelli e, di certo, non di sedie tradizionali. Chi, invece, con gli spazi non ha alcun genere di problema può stare tranquillo. In questi casi, infatti, non si ha che l'imbarazzo della scelta. Si può, infatti, decidere di acquistare una cucina con snack con il solo bancone o dotata di tutti gli spazi necessari per montare elettrodomestici, lavello, piano cottura, scaffali e cassetti a volontà. Tutto, comunque, deve essere assemblato in maniera organica partendo dal presupposto che, pur essendo considerata una scelta dettata dalla volontà di rendere la propria casa chic ed elegante, la cucina con penisola deve essere comunque funzionale. In tale ottica, bisognerebbe cercare di tenere conto sia degli spazi che degli accessori già in fase di progettazione. Proprio la progettazione rappresenta un momento cruciale della scelta di una cucina con penisola. Quando si è alle prese con il progetto, oltre a tenere conto delle misure in maniera scrupolosa, bisogna concentrarsi principalmente sulle specifiche esigenze al fine di non dover effettuare ulteriori interventi a lavori conclusi. Insomma, prima di procedere con l'acquisto di una cucina con penisola non resta altro da fare che capire se si ha sufficiente spazio a disposizione e se questa tipologia di arredamento è quella che fa al caso delle proprie esigenze o se, invece, si tratta solo ed esclusivamente di un vezzo.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

I vantaggi delle cucine con penisola

Come già detto, le cucine dotate di penisola vanno molto di moda per svariate ragioni e possono essere declinate in versioni alternative oltre che personalizzabili. Grazie alle cucine con penisola si ha la possibilità di cucinare e mangiare direttamente in cucina e, addirittura, si hanno a portata di mano piatti, bicchieri e ogni genere di utensile. Non solo, dunque, un piano di lavoro ma una vera e propria zona della casa dotata anche di elettrodomestici. Ogni angolo della cucina con snack può essere utilizzato a seconda delle specifiche esigenze e, soprattutto, dando libero sfogo alla fantasia. Senza dubbio alcuno, è proprio questo uno dei motivi per i quali le cucine con isola sono le tra le preferite. Un altro dei motivi è strettamente legato al concetto di design. Queste cucine, infatti, hanno una resa estetica decisamente molto interessante tanto che vengono scelte per separare la zona giorno da quella interamente dedicata alla cucina. A tale riguardo, è utile precisare che si ha la possibilità di optare per una cucina a penisola se si ha almeno un metro di distanza tra la parete e l'isola stessa, se ogni lato ha una distanza di circa 80 cm dalle pareti e se gli sportelli possono aprirsi senza alcun genere di problema e consentono il passaggio anche da aperti. Ma quali sono i reali vantaggi di una cucina con penisola? E' interessante tenere conto del fatto che una simile tipologia di cucina offre la possibilità a più di una persona di stare dietro ai fornelli senza alcun genere di problema. Inoltre, bisogna tenere conto del fatto che sono moltissimi gli sportelli e gli scaffali presenti e, dunque, sarà davvero molto difficile trovare qualcosa fuori posto. In ultimo, è importante precisare che le cucine con penisola sono estremamente versatili e che, quindi, ben si adattano a qualsiasi tipologia di ambiente. Non c'è altro da fare, quindi, che dare libero sfogo alla propria fantasia e cercare di mettere d'accordo la funzionalità con il senso estetico senza eccedere in un senso o nell'altro.

Cucine moderne con penisola: gli svantaggi

Nonostante si tratti di una soluzione ampiamente apprezzata, la cucina con snack ha comunque qualche svantaggio che è bene calcolare per tempo. Come è facile intuire, il primo e più importante nemico di questa tipologia di cucine è lo spazio. L'ambiente, infatti, deve essere sufficientemente grande da poter ospitare una simile cucina. Nel caso in cui non si avesse uno spazio grande a disposizione si dovrebbe andare alla ricerca di una soluzione come, ad esempio, quella di abbattere una parete e congiungere la cucina alla zona giorno. In questo modo, la cucina con penisola non farebbe altro che diventare un elemento cosiddetto divisorio. Addirittura, una simile soluzione potrebbe consentire alla casa di diventare ancora più chic. Di contro c'è che si dovranno sostenere delle spese per abbattere la parete e congiungere le due stanze. Un altro svantaggio potrebbe essere rappresentato dal fatto che chi opta per una cucina con snack deve portare tutti gli allacciamenti degli impianti idrici, dell'elettricità e del gas oltre agli scarichi nel centro della stanza. Solo in questo modo, infatti, si avrà la possibilità di raggiungere la cucina. Anche in questo caso, quindi, si dovranno sostenere delle spese che, indipendentemente dalla tipologia di intervento, potrebbero rivelarsi non del tutto irrisorie. Nel caso in cui la casa fosse di nuova costruzione non ci sarebbe alcun genere di problema. Discorso diverso, invece, deve essere fatto per le ristrutturazioni: si dovrebbe infatti procedere con la rimozione in modo tale da far passare tutti gli impianti. A questo punto, però, una precisazione è d'obbligo. Il problema, infatti, si ha solo se nella cucina con snack sono presenti il piano cottura, il lavello e la cappa. Se, invece, si dovesse optare solo per un mobile dotato di apposito bancone, non si dovranno modificare in alcun modo gli impianti e si dovrà procedere solo con lo spostamento dei punti luce in modo tale da illuminare alla perfezione il piano di lavoro oltre che la tavola.

Hai trovato interessante l'articolo? Scopri tutti gli articoli correlati all'argomento:

cucina penisola snack

facebook twitter pinterest google

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse