ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Tendenze

Tradizionale o moderno: il fascino intramontabile del camino.

Una cosa è certa: quello del camino è un fascino a dir poco intramontabile. Difficilmente, infatti, non si resta affascinati dal tepore che riporta alla mente momenti di condivisione dei vecchi tempi in cui la famiglia si riuniva attorno al fuoco per condividere emozioni e pezzi di quotidianità. Non solo: il camino è anche sinonimo di intimità e romanticismo. I film d'amore, ad esempio, ci hanno insegnato che non c'è niente di meglio che bere un buon bicchiere di vino davanti al fuoco. Ma vediamo di scendere più nel dettaglio e di scoprire qualche caratteristica in più in merito ai camini dai tradizionali ai più moderni.

Quando il camino è sinonimo di casa

Ebbene sì, quando si parla di camini non si può assolutamente prescindere dal concetto di accoglienza ad ogni livello. Proprio davanti al camino si chiacchiera, si mangia, ci si scambia opinioni e si sta insieme. Nel corso del tempo, però, i camini hanno subito non poche modificazioni. Basti pensare, ad esempio, al fatto che a farla da padroni sono i cosiddetti termo-camini che, senza alcun dubbio, sono dotati di un design decisamente innovativo e al passo con i tempi. Il concetto che sta alla base del camino, invece, è rimasto pressoché invariato e, per tale ragione, chi è alle prese con l'arredamento della propria casa, quando si trova a dover scegliere il camino non deve lasciare assolutamente nulla al caso. Tutto dipende, quindi, dallo stile che si intende adottare per la propria casa. Se, ad esempio, si opterà per uno stile country, il camino dovrà essere old style. Discorso diverso, invece, deve essere fatto per le case arredate in stile moderno se non addirittura futurista.

A tale riguardo, è interessante precisare che in commercio è possibile trovare una vasta gamma di camini per tutti i gusti e, pertanto, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Il tutto, ovviamente, senza rinunciare alla funzionalità. Insomma, quando si tratta di camini si ha la certezza di andare sul sicuro e di regalare alla casa un tocco di classe e originalità. I camini possono essere a parete, sospesi o ad isola. Per quanto riguarda i caminetti a parete, sono i più amati oltre che tradizionali. In genere, vengono realizzati in pietra o, in alternativa, in metallo. Nonostante si tratti di una soluzione tradizionale, si ha la possibilità anche di optare per linee particolarmente moderne e di tendenza. Discorso a parte deve essere fatto per i caminetti sospesi. In questo caso, abbiamo a che fare con camini che devono essere installati al centro della stanza senza avere alcun genere di appoggio. In questo caso abbiamo a che fare con una soluzione votata esclusivamente al design e, pertanto, perfetta per chi ha intenzione di donare alla propria casa un tocco di eleganza e originalità. La logica dei caminetti ad isola non è poi così diversa da quella dei camini sospesi. Come è facile intuire dal nome, si tratta di un camino che deve essere installato nel mezzo della stanza scelta. Si tratta, anche questa volta, di una soluzione moderna, accattivante e, allo stesso tempo, molto elegante. La scelta, anche in questo caso, è vasta: ci sono, infatti, modelli per tutte le esigenze, da quelli rettangolari a quelli quadrati passando anche per i caminetti ottagonali. Indipendentemente dalla forma scelta, è opportuno ricordare che tutti i lati del camino ad isola sono realizzati in vetro.

Come fare per scegliere il camino giusto

Prima di procedere con l'acquisto e l'installazione di un caminetto è fondamentale precisare che in commercio ce ne sono di vario tipo. Il più diffuso è, di sicuro, quello con la camera cosiddetta aperta. In tal caso, però, bisogna tenere conto del fatto che sarebbe opportuno avere una casa abbastanza grande o, comunque, delle stanze particolarmente ampie e, soprattutto, ben areate. L'alternativa è rappresentata dai camini cosiddetti a camera chiusa. In questo secondo caso il focolare è, appunto, chiuso attraverso un vetro rigorosamente ceramico che ha il compito di garantire una corretta fase di combustione all'interno del braciere. Come detto poco sopra, si può, inoltre, prendere in considerazione l'ipotesi del termo-camino che può essere alimentato sia a gas che a pellet ma anche con la classica legna. Volendo, questa opzione si può trasformare a tutti gli effetti in un'integrazione di un impianto già esistente. Come è facile intuire, si tratta di una soluzione di certo molto diversa dal camino tradizionale dal punto di vista funzionale ma che sotto il profilo estetico è in grado di trasmettere le medesime sensazioni. A questo punto, appare chiaro che moltissimo dipende dai gusti personali e, principalmente, dallo stile della propria casa oltre che, ovviamente, dalle dimensioni dell'ambiente in cui dovrà essere installato il camino. Dal punto di vista strettamente tecnico, per poter funzionare il camino ha necessità della relativa cappa che serve per incanalare i fumi ed espellerli.

Ad incidere in maniera importante nell'installazione del camino è, appunto, la canna fumaria che deve essere posizionata o nel muro o sulla parete. La canna fumaria, pertanto, è una variabile non indifferente di cui tenere conto che ci obbliga ad installare il camino in un preciso punto della stanza. In linea di massima, i camini vengono posizionati o nel soggiorno o in salotto. Bisogna tenere bene a mente che è del tutto sconsigliato installare un camino in cucina o, comunque, in una zona della casa in cui è presente un impianto a combustione. Discorso a parte, invece, deve essere fatto in riferimento alle dimensioni. In linea di massima, nel caso in cui si avesse a che fare con un ambiente non più grande di 20 mq si dovrebbe optare per un camino altro circa 50 cm e largo 60 cm. La profondità, poi, dovrà essere di circa 35 cm. Per quanto riguarda, invece, la canna fumaria, sia la profondità che la larghezza dovranno essere di circa 20 cm. Se l'ambiente in questione dovesse essere di circa 30 mq il camino dovrà essere di 75x60x37 con una canna fumaria pressoché identica al precedente caso. Una canna fumaria di 26 cm di profondità e larghezza dovrà essere utilizzata per camini di 95x71x40 perfetti per un ambiente grande fino a 40 mq. In ultimo, un camino con una medesima canna fumaria con una dimensione di 115x82x45 è ideale per un ambiente grande fino a 70 mq.

Tra tradizione e modernità: camini per tutti i gusti

Dopo aver deciso dove posizionare il proprio camino non resta altro da fare che scegliere il modello. Come detto in precedenza, ce ne sono davvero moltissimi perfetti per qualsiasi tipologia di esigenza o arredamento. Si va, infatti, dai più tradizionali ai moderni passando per quelli classici ma niente affatto scontati. Senza alcun dubbio, i caminetti aperti sono quelli preferiti da chi non ha alcuna intenzione di abbandonare le tradizioni di una volta. Dal punto di vista estetico, questa tipologia di camini offre un impatto estetico non indifferente e garantisce un'atmosfera calda e, soprattutto, accogliente. In genere, questa tipologia di camini viene alimentata con la legna. Un aspetto da non trascurare riguarda, però, il fatto che non si tratta della soluzione più performante poiché, essendo un camino aperto, il calore si disperde e l'impianto viene sfruttato solo al 20%. Un compromesso non trascurabile soprattutto dal punto di vista estetico ma anche per quanto riguarda le prestazioni è il camino aperto ventilato. In questo caso, le performance sono del 40% e l'alimentazione è sempre a legna ma la dispersione è limitata da un apposito sistema di areazione che permette di recuperare una parte del calore. Dal punto di vista delle prestazioni, il camino chiuso è decisamente molto più interessante. In merito, poi, all'aspetto estetico c'è da dire che sul mercato sono presenti numerose alternative che non devono essere affatto sottovalutate. Basti pensare, ad esempio, ai camini chiusi realizzati con le strutture in acciaio o ghisa e rigorosamente chiusi con un vetro ceramico. Un unico blocco che rappresenta a tutti gli effetti una soluzione moderna ma, allo stesso tempo, perfetta per qualsiasi tipologia di arredamento. Volendo, si potrebbe optare anche per la versione chiusa ventilata con performance ancora più elevate. Discorso a parte deve essere fatto, poi, per i termo-camini che rappresentano l'alternativa perfetta ai classici camini ma anche ad ogni altra tipologia di impianto.

Tra l'altro, bisogna precisare che si tratta di una soluzione grazie alla quale si ha la possibilità di produrre anche l'acqua calda. In ultimo, è opportuno fare un breve cenno ai camini prefabbricati che non sono altro che impianti precostituiti che, dopo essere stati acquistati, possono essere direttamente installati in pochi e semplici passi. L'unica cosa da tenere a mente riguarda il collegamento che deve essere effettuato alla canna fumaria. Questi camini sono molto rifiniti e sono perfetti per gli appassionati del design all'ultima moda. A questo punto, non resta altro da fare che scegliere il camino che meglio si adatta alle proprie esigenze e procedere con l'installazione nella zona della propria casa scelta per posizionare questo impianto di riscaldamento che, allo stesso tempo, deve essere considerato di diritto un elemento d'arredo.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse