ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
A come arredo

Come scegliere il mobile porta TV giusto per la tua casa?

I televisori di oggi sono spessi 3 o 4 centimetri al massimo, nulla rispetto ai vecchi tubi catodici di 30 centimetri e passa. Nonostante ciò, hanno comunque bisogno di spazio e di un minimo di protezione. Il tutto rispettando il design del resto della stanza. Quale tipo di mobile per la TV garantisce tutto questo?

Come sempre quando si parla di arredamento, non esiste una risposta valida per tutti. La scelta del mobile porta TV dipende dalla stanza in cui andrà, dallo stile di arredamento, dalle tue abitudini. Cerchiamo quindi di fare un poco di ordine, affinché tu possa orientarti al meglio nella scelta.

Quale mobile porta TV ti serve?

Il mobile per la TV ha una funzione pratica, prima che estetica. Per trovare quello giusto per te, quindi, devi pensare a come lo userai e ad eventuali problemi da risolvere. Quanto è grande il televisore? Hai poco spazio o un'intera parete dedicata? Andrà in camera da letto o in soggiorno? Particolari come il colore e il materiale arriveranno in un secondo momento.

Alcune delle soluzioni che vedremo nei prossimi paragrafi sono abbastanza note: chi non ha mai visto un mobiletto semovente? Ce ne sono altre, invece, meno conosciute che potrebbero risolvere diversi problemi.

Televisione in camera da letto: mobile per TV a scomparsa

Mettere la televisione in camera da letto è quasi sempre una pessima idea: gli effetti nefasti su vita di coppia, sonno e sviluppo infantile sono dimostrati. In certi casi, però, la scelta è quasi inevitabile. Per adolescenti e studenti fuori sede, ad esempio, la camera da letto è uno spazio privato da vivere a 360°. È normale che desiderino un televisore tutto per sè, da guardare da soli o con gli amici.

Un mobile per TV a scomparsa concilia tutte le esigenze di cui sopra. Durante il giorno, quando la camera funge da salottino o da studio, la televisione può rimanere in bella vista. Quando cala la notte, sparisce dietro un pannello e permette di dormire in tranquillità.

Ci sono tanti tipi di mobili a scomparsa. I più semplici sono dotati di un'anta scorrevole o a battente, da chiudere davanti al televisore. Si tratta di una soluzione adatta soprattutto alle pareti attrezzate da soggiorno, però. Le ante girevoli cui appendere il televisore si basano su un approccio simile alla questione.

Per la camera da letto, ti conviene puntare su un mobile per TV a scomparsa motorizzato. Il mobile ha l'aspetto di un armadietto o di un tavolino, ma nasconde un motore. Quando lo fai scattare, si apre uno sportellino e compare il televisore. Una volta finito di utilizzarlo, il televisore scompare di nuovo dentro il mobiletto.

Mansarda: mobile basso per TV

Arredare una mansarda può essere problematico. Nei casi peggiori, non hai abbastanza spazio per montare un'intera parete attrezzata e perfino i mobili porta TV classici sono troppo alti. In questi casi, ti serve un mobile basso per la TV.

Il "quanto basso" dipende dal modello: si va dai 20 centimetri fino ai 50 centimetri. L'apparecchio è comunque rasoterra, quasi inguardabile da un divano di altezza media. Per questo motivo, un mobile basso per la TV va sempre affiancato a un arredamento altrettanto basso.

Approfondiremo la cosa in uno dei prossimi paragrafi.

Tante stanze, una TV: mobiletti per la televisione con ruote

I mobili porta TV di questo tipo sono una delle soluzioni più classiche e versatili. Sono infatti dei mobiletti per la televisione tradizionali, dotati però di quattro rotelline per spostarli. In questo modo puoi muovere la TV da una stanza all'altra, senza doverla smontare e portando con te anche eventuali lettori e casse.

I mobili con le ruote più basilari hanno un sostegno per la TV, uno scaffalino e le ruote. Li si usa soprattutto negli uffici o nelle scuole; hanno un design elementare, il che li rende economici. Per casa tua potresti desiderare qualcosa di un po' più complesso, però.

In commercio puoi trovare anche mobiletti per la televisione con le ruote di design. I materiali spaziano dal legno al vetro e possono essere sia grandi sia piccoli. In alcuni casi, sono abbastanza grandi da ospitare anche la tua collezione di DVD e le casse audio.

Poco spazio: mobile ad angolo per TV

La mancanza di spazio è un problema tipico delle case di oggi, come abbiamo già visto nell'articolo su come arredare un monolocale. La scelta dei mobili giusti ti aiuta però a recuperare spazio prezioso, sfruttando zone che rimarrebbero inutilizzate. Ecco perché dovresti preferire mobili multifunzione, mini librerie e pareti attrezzate. Questo ragionamento si applica anche ai mobili per la TV.

Se non guardi molto la televisione o non hai spazio per una parete attrezzata, puoi scegliere un mobile ad angolo per TV. Il nome è esplicativo: trattasi di un mobile a base triangolare, pensato per sfruttare anche gli angoli. A seconda del modello, può essere individuale o integrato in un soggiorno modulare.

In commercio trovi tanti tipi di mobili per TV angolari. I modelli base sono bassi, dotati di una base per il televisore e di scaffali per lettori e DVD. I mobili più grandi hanno anche ante e cassetti, il che ti permette di guadagnare ancora più spazio.

Qual è l'altezza giusta per il mobile TV?

Per guardare bene la televisione, devi mettere l'apparecchio all'altezza e distanza giusta. Le misure specifiche dipendono da:

  • altezza del mobile porta TV;
  • altezza della seduta;
  • grandezza dell'apparecchio.

Per orientarti, puoi però usare il seguente criterio. Prima di tutto, stabilisci a quale altezza saranno i tuoi occhi. Una volta fatto, posiziona la televisione in modo che lo schermo rimanga solo per 1/3 sopra i tuoi occhi. La distanza tra mobile porta TV e seduta, invece, dovrebbe essere 3 volte l'altezza dell'apparecchio.

Se hai un televisore 32", ad esempio, la distanza ottimale è di 140 centimetri dal divano. Se hai un divano o una poltrona tradizionale, l'altezza ideale dell'apparecchio è tra i 95 e i 100 centimetri da terra.

Presta attenzione anche all'illuminazione: se possibile, evita di mettere il mobile per la TV parallelo alla finestra. Un grosso no anche alle lampade sopra la televisione, che potrebbero gettare fastidiosi riflessi sullo schermo. Piuttosto, fissa dei faretti LED agli angoli del mobile, in modo che illuminino il retro dell'apparecchio.

I materiali di un mobile per TV moderno

Un mobile per TV moderno è disponibile in una vasta gamma di materiali, ciascuno con pregi e difetti. Il legno è di sicuro la soluzione più classica: è versatile, adatto a tutti i tipi di design. Lo si può usare per un mobile porta shabby, romantico o minimal. È disponibile in tanti colori, è resistente e facile da pulire.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

In alternativa al legno, puoi scegliere anche tra i seguenti materiali:

  • Vetro, elegante ma faticoso da mantenere. Basta una ditata per farlo sembrare subito sporco ed è meno resistente agli urti, rispetto al legno. Poco adatto a case con bambini e animali.
  • Metallo, resistente e minimale. Non ha il calore del legno, ma si sposa bene con design industriali e ultra moderni. Puoi scegliere tra finiture opache e lucide.
  • Materiale composito, per unire i pregi di tutti i materiali visti sopra. Puoi avere una struttura in legno o metallo, arricchita con ante in vetro.

Dai spazio alla tua fantasia, guardati attorno e, seguendo i nostri consigli, siamo sicuri sceglierai tra i tanti mobiletti per televisione il più adatto alla tua casa!

facebook twitter pinterest google

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse