ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Progettare gli spazi

Come arredare al meglio il bordo piscina

L'estate 2020 ha una parola d'ordine: piscine. Ricercate, bramate, anelate sono al centro dei desideri dei vacanzieri che per queste strane vacanze post lockdown cercano (se non ne possiedono una), soprattutto in Italia, dimore corredate da quello che sembra essere l'elemento più ambito della stagione. Ma una piscina che si rispetti non può esimersi dall'avere un adeguato bordo piscina, per organizzarlo e arredarlo al meglio ecco allora qualche utile consiglio, fra tendenze, colori e gli immancabili tessuti outdoor.

Un buon pavimento è l'elemento da cui partire

Che decidiate di "immergere" la piscina in un verde prato all'inglese o di inserirla in una pavimentazione creata ad hoc è bene sempre puntare su qualcosa che sia il più possibile pratico e facile da manutenere. Oggi di materiali adatti a questo uso ne esistono davvero tanti, sicuramente fra le caratteristiche che questo dovrà avere ci sono l'estetica e la funzionalità, un connubio imprescindibile, trattandosi di superfici soggette a sollecitazioni meccaniche importanti e all'aggressione di elementi come il cloro o la salsedine.

Fra le soluzioni il decking in legno, realizzato con essenze come il teak, l'iroko, l'ipè o il frassino, da acquistare appositamente per questo uso e da manutenere ciclicamente può essere un'ottima idea, come può esserla anche il Wpc (Wood Plastic Composite) o legno composito, una componente artificiale creata legando scarti di legno polverizzato a un materiale plastico formato da polimeri e additivi. Da valutare sono anche la pietra, il cemento e il sempre più sfruttato gres porcellanato. Proposte più o meno nuove che ben rispondono ai requisiti che pavimentazioni di questo genere devono avere.

Arredare con poche cose, ma utili

Che si tratti di un modello di piscina fuori terra o di una più articolata vasca interrata la zona che fa da contorno alla piscina va sempre organizzata dando il giusto equilibrio alle cose e connotandola con uno stile che sia semplice e preciso - e ove possibile che rispecchi un po' l'arredamento della casa, soprattutto se la zona outdoor si trova in prossimità della dimora, per esempio, se il living o la zona giorno si aprono sul giardino - ma che al contempo sia leggero e non troppo articolato. L'ideale è, a seconda delle dimensioni dello spazio, organizzare delle vere e proprie aree funzionali da dividere in base ai diversi momenti della giornata e/o proprio in base alle diverse funzioni. Se si dispone di un bordo piscina ampio si potranno creare più aree, ma e lo spazio non è tantissimo il consiglio è di orientarsi su 2 parti fondamentali: la zona relax e la zona pranzo/convivio. La prima andrà pensata con lettini, sdraio, un ombrellone o una tenda, da aprire all'occorrenza, e dei piccoli complementi d'arredo bassi a supporto degli altri elementi.

Per quanto riguarda la zona pranzo /convivio, oltre a tavolo e alle sedie, da scegliere dimensionalmente in base all'ampiezza dello spazio, non dovrà mai mancare una corretta copertura (meglio se qualcosa di fisso) che regali la giusta ombreggiatura durante le ore più assolate e dia comfort alla sera. A questi 2 angoli d'arredo pressoché immancabili, se si desidera godere appieno della piscina e del suo intorno, si potranno affiancare delle zone conversazione arredate con poltrone e divani bassi. Il consiglio è di creare fra i diversi arredi un'armonia cromatica, materica e stilistica che dia continuità agli arredi e di non trascurare mai le piante e il verde, le luci, gli elementi tessili e quelli decorativi fondamentali per dare personalità e un tocco in più all'insieme.

L'importanza del giusto colore

Che sia su un terrazzo, in un grande giardino o nella zona bordo piscina i toni neutri o l'innata e intramontabile eleganza del bianco sono, e saranno sempre, (ovvia) garanzia di riuscita. Il mondo dell'outdoor, però, negli ultimi anni si è arricchito, grazie alle nuove tecnologie e a materiali sempre più performanti, di nuove e interessanti cromie. Colori "inconsueti" che fino a pochi anni fa erano impensabili per questo genere di arredi, da sempre soggetti a deterioramento e conseguenti sbiadimenti a causa dei raggi solari e delle intemperie, ma oggi più che possibili e semplicemente perfetti per dare novità e carattere alle zone outdoor uscendo un po' dalla monotonia imperante dei bianchi e dei beige. Fra le tinte d'arredo più gettonate per il bordo piscina e gli spazi all'aperto in questo 2020 troviamo sicuramente l'intera gamma dei blu e dei gialli, ma anche e, soprattutto, le calde e accoglienti sfumature del color terracotta.

Sviluppato nelle diverse gradazioni, dalle più soft e ricche di rosa, alle più intense, che virano fino quasi al ruggine e al marrone, questo colore regala pennellate calde e armoniche che ben si combinano con tutti i materiali normalmente utilizzati all'aperto, dal legno al metallo, dalla pietra alle fibre naturali e non.

I tessuti (e gli elementi tessili) per fare la differenza

Declinati non soltanto su imbottiti, piccoli e grandi, su lettini e poltrone lounge i tessuti e gli elementi tessili, dentro cui includiamo tappeti, pouf e cuscini di varie dimensioni, sono il complemento immancabile che dona a un semplice bordo piscina quell'allure e quel fascino che fanno di una semplice piscina casalinga lo spazio outdoor di un resort 5 stelle. Portatori sani di qualità estetica, se scelti nei giusti materiali (con filati adatti all'uso esterno, caratteristica imprescindibile) possono stravolgere, in positivo, l'ambiente personalizzandolo con eleganza e regalando a questo charme e raffinatezza. Studiati per resistere a lungo e praticamente a tutto non si scoloriscono al sole e, nei filati più nuovi e performanti, sono antimuffa, lavabili, ipoallergenici e antibatterici. Proposti nelle classiche righe, nelle sobrie tinte unite, nelle attuali stampe fiorate e botaniche o negli interessanti e raffinati giochi materici ton sur ton sono resistenti ai raggi UV e (spesso) antimacchia e anti cloro. Perfetti per creare veri e propri salotti all'aria aperta non temono minimamente il confronto con i tessuti da interno.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!

Che sia stata concepita per nuotare, per godere tutto l'anno del benessere dell'acqua, oppure semplicemente per far giocare i più piccoli, la piscina dovrà essere progettata in maniera proporzionata rispetto alla grandezza della casa e del giardino/terrazzo che la a ospiterà. Alla stessa maniera lo spazio immediatamente intorno non dovrà mai essere considerato uno spazio di risulta, ma essere sempre studiato e arredato con grande cura, esattamente come se fosse un vero e proprio ambiente della casa. Solo in questo modo sarà possibile godere appieno della piscina e dare vita a una vera e propria stanza en plein air da vivere nei mesi più caldi e dove rilassarsi piacevolmente.


Claudia Schiera

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse