ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Fai da te

Illuminazione ecosostenibile e di design: riciclo e fai-da-te.

State arredando casa e vi siete accorti di non aver considerato l'illuminazione, così avete acceso il PC o vi siete connessi da mobile in cerca di idee originali. Che ne dite di valutare qualche soluzione di design che sia al contempo green?
L'attenzione per l'ambiente, parallelamente al riciclo creativo nella moda e nel design, rappresentano due tematiche che si sono ritagliate sempre più spazio, fino a diventare una sorta di tendenza. In questo senso, vogliamo dedicarci in particolare al tema dell'illuminazione ecosostenibile, partendo dalla premessa che il futuro, in questo senso, è il LED.
Tuttavia, questo è un magazine di arredamento, quindi tratteremo il discorso dei consumi minori di pari passo con le fantastiche idee di design che possono portare un valore aggiunto all'estetica del vostro appartamento che risulterà quindi bello, originale e anche ecologico.

Qualche dato tecnico…

Se non siete convinti che il LED sia migliore delle lampadine classiche, provate a considerare questi dati: se in Italia ognuno di noi utilizzasse lampadine a basso consumo, in termini di CO2 questo equivarrebbe ad un taglio di circa 3.000.000 di tonnellate e un corrispondente risparmio di 5,6 mlr di KiloWatt all'anno. Praticamente, oltre 1 mlr di Euro risparmiati ogni 12 mesi.

C'è un però: le lampadine a risparmio energetico (o a fluorescenza) non devono esser confuse con i LED. Le prime, infatti, anche se hanno un prezzo d'acquisto decisamente più basso, hanno anche una durata inferiore e, rispetto al LED, consumano di più. Questo si traduce in una spesa complessiva maggiore (le ricerche condotte dimostrano, ad esempio, che per illuminare la stessa stanza per una durata di 5 anni e mezzo, nel caso delle lampadine a risparmio energetico la spesa sarà di 254€, nel caso del LED, invece, 122€).

Al LED, dunque, rimane il podio con un vantaggio pari al 50%.

Ed ora passiamo al design

Le lampade ed i sistemi di illuminazione a basso consumo sono tra i protagonisti dell'arredamento sostenibile e compatibile con l'ambiente. Tra l'altro, non solo consentono un risparmio sulla bolletta dell'energia elettrica e impattano in misura minore sulla Terra, ma rientrano pienamente negli standard specificati dalle normative europee attualmente vigenti in materia di rispetto per l'ambiente.



In questo senso, entrano in gioco i materiali di riciclo che per anni sono stati scartati dai designer a che oggi, invece, sono addirittura ricercati. In abbinamento ad altri pezzi moderni, tali oggetti sono infatti in grado di restituire un ambiente unico nel suo genere e molto originale.

Per darvi una panoramica completa sulle scelte di illuminazione ecosostenibile e di design abbiamo allora suddiviso le due principali alternative alle quali ci si può ispirare: da un lato i pezzi d'arredo ideati da diversi designer, dall'altro il fai-da-te.

Illuminazione ecosostenibile e di design: cosa offre il mercato

Gli interessanti pezzi d'arredo che rientrano in questo genere sono solitamente realizzati con prodotti di design attenti al rispetto dell'ambiente o con parti di recupero e di riuso. È questo il caso di molti artisti e personaggi che hanno realizzato delle vere e proprie sculture luminose.

Alcuni esempi: la lampada Trash me di Victor Vetterlein, modellata partendo dalle confezioni delle uova, bagnate e amalgamate per creare una sostanza malleabile; la lampada caffettiera di Gilles Eichenbaum, realizzata creando una serie di fori che danno vita a fantastici giochi di luce.

Il designer Pierre Ospina ha creato una sorta di vegetazione artificiale di luci e materiali industriali, dove i rivestimenti sono realizzati con la gomma delle camere d'aria delle biciclette a cui sono montati dei LED, creando un effetto come dei germogli sui rami.
Edward Chew ha utilizzato delle semplici strisce di tetrapak, senza alcun collante, dando vita ad una magnifica lampada origami.

La Rhode Island School of Design ha premiato anni fa un progetto di lampadario realizzato con tanti ombrellini da cocktail ricoperti con una vernice protettiva e uno spray ignifugo per renderli più sicuri: un tocco di allegria e vivacità per ogni tipo di ambiente.
Per ultimo, vogliamo ricordare la lampada creata dall'artista Anja Verdonk, dove le pagine ritagliate da un libro si trasformano in un'opera dalle forme affascinanti.

Illuminazione ecosostenibile: il riciclo creativo fai-da-te

Ora che siete abbastanza ispirati, passiamo alla parte pratica: lampade fai-da-te ecosostenibili.

Un'idea originale e graziosa è quella di realizzare dei fantastici lampadari a cascata con le bottiglie di plastica.
Munitevi quindi di tutte le bottiglie che potete e tagliate la parte inferiore che, guardandola, avrà un aspetto simile ad un fiore. Ripetete l'operazione su tutte le bottiglie che volete, quindi forate la parte centrale dove verrà inserito un filo per legarle insieme – ideale è quello da pesca.
Una volta realizzate una serie di cascate di dimensioni differenti, fissatele ad una struttura circolare, magari in metallo, che sosterrà il tutto intorno alla fonte luminosa.
Come tocco finale, volendo potete colorare alcuni o tutti i fiorellini ricavati e decidere come disporre i fili, creando una struttura più o meno simmetrica, a seconda dei gusti.

Un'alternativa sfiziosa ha come protagonista il rame, materiale al 100% riciclabile, per cui sarà possibile realizzare, avendo a disposizione una vecchia casseruola da cucina, un'originalissima luce soffusa.
Accessoriati di punte di trapano di diversi diametri, procedere a forare sul retro la vostra casseruola partendo con la punta più piccola e allargando man mano i fori con le altre più grandi – se preferite, potete anche creare spazi di dimensione differente.
Sul bordo della casseruola, vicino al manico, creare un foro di 8 mm che servirà per far passare l'estremità filettata. Una volta inserita la presa all'interno, ecco che la vostra lampada in rame sarà pronta per essere appesa.

TANTO STILE E DESIGN NELLA TUA CASELLA EMAIL! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWLETTER.
Per rimanere aggiornato su tutte le ultime tendenze in tema di arredamento e design.

Per fare della tua casa, la casa più bella che c'è!



Per ultima, una moderna lampada realizzata con un barattolo di vetro, ad esempio un vasetto da marmellata o quelli usati per la passata di pomodoro.
Avrete bisogno di un barattolo con il suo tappo, eventualmente da colorare, una lampadina a LED, delle forbici robuste e naturalmente un cavo elettrico, meglio ancora se colorato, dotato dell'attacco per la lampada.
Una volta eliminata l'etichetta dal barattolo (se presente), procedere a forare il tappo con le forbici, della dimensione dell'attacco della lampadina. Quindi inserire quest'ultimo, avvitare la lampadina, chiudere il tappo e collegare alla presa di corrente. Ecco fatto!

Concludendo, le idee per un'illuminazione che sia al tempo stesso ecosostenibile e di design sono davvero molte. Realizzare da soli un complemento d'arredo come un lampadario è inoltre un modo originale e divertente per personalizzare la propria casa, impreziosendo l'appartamento con un pezzo assolutamente unico.

I negozi di Mobili Design dove trovare prodotti di tuo interesse