ricerca

MAGAdeSIGN - Dai Negozi di Mobili Design
Curiosità

Hai sognato una casa? Ecco cosa significa.

A tutti è capitato di sognare la casa dell'infanzia, anche se da anni non la si abita più. Ci sono angoli e stanze che rimangono per sempre nei ricordi, soprattutto se legati a momenti speciali. Personalmente ricordo perfettamente il mobile del tinello pieno di regali, il biglietto di saluti firmato da Babbo Natale; vedo la tappezzeria fiorata e rigata (ebbene sì, entrambe le cose!), il tappeto "quasi" orientale, il tavolo e la panchina in legno di chiara ispirazione montanara e, infine, le tende in tessuto pesante appese al bastone e pinzate da stranissime mollette color bronzo. Ancora oggi sogno la casa della mia infanzia popolata dai nonni, dagli amici che venivano a far merenda, da mia madre che correva a destra e a sinistra per tutte le sue faccende. Ho avuto la fortuna di vivere un'infanzia felice, ma ancora oggi mi chiedo che significato possa avere richiamare alla mente la casa del passato: forse l'idea di un nido? Forse il bisogno di protezione o semplicemente la necessità di rimettere in scena momenti che ancor oggi fanno sorridere? Leggendo qua e là fra estratti di psicologia, interpretazione dei sogni e metafore oniriche, mi è parso di capire che "la casa nei sogni" possa fornire moltissime informazioni sull'individuo. La simbologia è talmente ricca che si presta ad interpretazioni molto personali, influenzate dal vissuto e dalla personalità di ognuno. Ma il significato più diffuso è che la casa rappresenti l'involucro del proprio io, ovvero rifletta ciò che accade dentro di noi. Riassumendo per sommi capi, troviamo una corrispondenza molto precisa fra la facciata (ciò che la gente vede di noi o meglio, ciò che crediamo che gli altri vedano di noi) e le stanze interne. Cucina come nutrimento, camera da letto come riposo, bagno come purificazione, cantina come inconscio, soffitta come testa, sapere e pensiero. Verso i significati più inconsci, troviamo invece una casa che brucia come desiderio di purificazione e taglio con il passato, una casa allagata svela chi è in balia delle proprie emozioni, se la casa vola significa avere grandi aspirazioni, e così via. Ed ora qualche citazione colta: per Freud la casa sognata è il proprio corpo e al tempo stesso rappresenta i rapporti famigliari e coniugali, in stretto rapporto con la cerchia relazionale dell'individuo. Per Jung, la casa rappresenta i legami che ognuno di noi ha saputo costruire con i propri simili, ma anche con se stesso. In conclusione, la casa è sempre un riferimento certo, un'idea concreta di stabilità e legame, un contenitore di sentimenti, percorsi e cambiamenti. Ecco perché sceglierla, arredarla, modificarla è per tutti un modo di dare un senso alle cose della vita.

Negozi correlati